Elia Zocca

ORALI 2016
  • Numero contenuti

    671
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    15

Elia Zocca last won the day on March 29

Elia Zocca had the most liked content!

Reputazione Forum

321 Excellent

Su Elia Zocca

  • Rank
    zombo

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Venezia

Visite recenti

1353 visite nel profilo
  1. E' una permuta con condizione di adempimento, che ormai si considera pacificamente ammissibile.
  2. Io pure nella fretta me l'ero dimenticato. Me ne sono accorto alla fine e ho postillato. Faceva schifo ma non potevo certo ricopiare l'atto. Ovviamente qualche genio su questo sito l'ha considerato un evidentissimo segno di riconoscimento, gridando allo scandalo, come se fosse impossibile dimenticarsi di scrivere "REPUBBLICA ITALIANA"......
  3. Grazie della gentile risposta, Elia, e grazie anche per il post di questo giugno in cui hai dato la tua testimonianza, che è stata fonte di grande ispirazione per me.

    Ogni bene!

  4. Non succede nulla. All'orale non te la chiedono
  5. Concordo. Se uno vuole deve poter provare anche 10 volte. Ci possono essere mille motivi per cui uno non riesce a farcela nei primi 3 tentativi: chi lavora, chi ha problemi familiari, chi deve crescere un figlio, chi semplicemente è più lento a studiare.
  6. Evidentemente ero proprio un avvocato sfigato, visto che guadagnavo meno di quello che guadagno adesso come notaio tirocinante.....
  7. Sì, la trascrizione della permuta di cosa futura è opponibile al terzo acquirente del medesimo bene. La questione controversa è se sia opponibile al creditore ipotecario sul terreno, ma nel tuo caso mi pare di capire che l'immobile sia stato trasferito dopo la venuta ad esistenza, quindi la trascrizione della permuta può esplicare pienamente i suoi effetti di opponibilità al terzo avente causa dal medesimo dante causa. Questo è l'attuale orientamento della Cassazione, nelle (poche) pronunce in cui ha affrontato la questione.
  8. Nei giorni immediatamente successivi ad ogni concorso sorge sempre una questione di diritto su cui questo forum letteralmente si spacca, con discussioni eterne che per definizione non raggiungono mai una composizione, perchè nessuno è disposto ad ammettere che la propria soluzione è sbagliata. Mentre studiamo sappiamo che tutte le tesi sono controverse ma quando si tratta di difendere la nostra soluzione, allora ecco che il diritto diventa una scienza esatta. Così fu per i testimoni nel verbale di assemblea, così fu per la costituzione di Settimio, così fu per la prelazione dei confinanti... Ebbene, storicamente queste questioni di grande diritto non hanno MAI fatto selezione. La Commissione ha SEMPRE bocciato su qualcos'altro, tra le mille problematiche e insidie che le tre traccie contengono. Quindi, se la storia insegna qualcosa, state pure tranquilli che passerà sia chi ha fatto la professio iuris ex DIP sia chi ha fatto regolamento e che magari il paletto sarà l'allegazione dell'inventario dell'azienda nel patto di famiglia o altra minchiata su cui nessuno sta discutendo.....
  9. Autorizzazione GT e basta. L'assunzione di partecipazione in società di capitali, cui si può parificare la trasformazione progressiva, non comporta esercizio di impresa commerciale e quindi non ha senso richiedere l'autorizzazione del Tribunale ex 320.
  10. Al Congresso il Presidente Lombardo ha ribadito come la riforma dell'accesso sia una delle priorità del programma politico della consiliatura. Nonostante, anche su questo sito, vi siano persone che pensano che sia il notariato a non voler abolire il limite (a quale pro poi???), in realtà non è così: il problema è il ministero. E' stato più volte evidenziato il calo di vocazioni dei praticanti e di come ciò renda del tutto antistorico il limite, come testimoniato dai numeri degli ultimi concorsi. Purtroppo l'interlocutore politico, in questo momento, non è così disponibile a fare propria qualsiasi istanza provenga dal Notariato. Considerate che il Ministro Orlando nemmeno si è degnato (per il secondo anno di fila) di presenziare al Congresso..... Per quanto riguarda i giovani notai, che spesso vengono accusati di trasformismo una volta passato il concorso, posso assicurare che non ne conosco uno che sia favorevole al limite.
  11. No, alienazione significa trasferimento di diritto e quindi non vi rientra nè la divisione nè la costituzione di diritti di godimento.
  12. Ovunque trovi scritto che i casi di incapacità devono interpretarsi in maniera tassativa per cui eviterei di farmi problemi anche nei casi in cui la questione è pacifica
  13. La vendita dell'unico in fondo, poichè per alcuni equivale ad uno scioglimento, richiede i testimoni. Nel caso di vendita di uno di più beni in fondo puoi tranquillamente non metterli.
  14. 1)Le autorizzazioni sono discusse ma tuzioristicamente è senz'altro opportuno metterle. Nel verbale di assemblea devi costituire i soci, l'organo amministrativo e l'organo di controllo, come sempre. Il commissario giudiziale non serve perchè non ha alcun potere mentre la costituzione in atto del giudice delegato ti porterebbe alla bocciatura immediata.... 2) L'omologa del concordato presuppone l'approvazione, per cui è sicuramente superfluo condizionare l'atto sia all'approvazione che all'omologa. 3) Il problema della iscrivibilità delle delibere condizionate è superato in generale, ma a fortiori nei casi in cui l'evento condizionante sia soggetto ad autonoma pubblicità nel Registro Imprese, come nel caso del decreto di omologa. Per quanto riguarda l'iscrivibilità delle delibere condizionate, trovi utili riferimenti nelle massime del registro imprese di milano
  15. Bè, diciamo che va bene come frase di chiusura. La parte principale della procura è ovviamente quella che identifica il bene ed il prezzo di vendita.