MARS

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    761
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1 Neutral

Su MARS

  • Rank
    NOTAIO

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Napoli
  1. In caso di disaccordo prevedo questo scenario: il venditore non vuole stipulare l'atto, l'acquirente sì. Il secondo agirà in giudizio con l'esecuzione in forma specifica; il primo eccepirà l'inadempimento dell'acquirente, la scadenza del termine per il preliminare ed eventualmente la risoluzione dello stesso per eccessiva onerosità sopravvenuta (forse). La causa si protrarrà per chiassà quanti anni...a meno che non si trovi comunque un accordo in fase preventiva di mediazione obbligatoria davanti ad un organismo di mediazione.
  2. Genghini mi sembra più aggiornato e riporta pertanto maggiori richiami dottrinali e giurisprudenziali. Casu, Santarcangelo e Boero sono comunque ottime opere. Un gradino al di sotto a mio avviso Protettì - Di Zenzo. Il manuale di Di Fabio non lo conosco e pertanto non mi sento di esprimere un giudizio.
  3. Si potrebbe consultare il link http://www.finanze.it/export/download/Fiscalita-locale/IMU_semplice_18_maggio_x3x.pdf
  4. Mi sento vicino nella gioia a chi è riuscito a superare lo scoglio degli scritti, ma mi sento altrettanto vicino a coloro che ancora non ce l'hanno fatta. Forza ragazzi, non mollate !!!!!!!
  5. Da me personalmnte contattato, il notaio Mariano Sannino (molto contrariato per l'accaduto :arg: :arg: ) mi ha dichiarato di non far parte di questo corso a pagamento e non di non aver mai dato la propria disponibilità per la correzione di compiti a pagamento. Mi ha precisato di aver corretto qualche compito per il suo amico Claudio Coda ma mai e poi mai a pagamento.
  6. L'estratto autentico probabilmente lo trovi allegato all'atto stesso e sarà servito al notaio per dimostrare la legittimità dell'intervento di un legale rappresentante all'atto con i relativi poteri. L'atto è uno ma i negozi sono due come tu stesso confermi. Le tasse si pagano in base ai negozi e quindi tutto è moltiplicato per due. Solo l'imposta di bollo dovrebbe essere unica in quanto relativa all'atto e non ai negozi.
  7. C'è però una bella differenza tra usufrutto e abitazione. Il diritto di abitazione non è nè pignorabile nè ipotecabile...
  8. No. Come prima impressione mi viene solo in mente che il conferimento della moglie non è tanto un conferimento di credito ma un conferimento in compensazione (a seguito del conferimento dell'impresa familiare debitore di quel credito diventa la stessa società).
  9. Stante l'opportunità di trascrivere e volturare l'atto quest'ultimo sconterebbe anche l'imposta ipotecaria (da versare alla Conservatoria territorialmente competente) e catastale in misura fissa.
  10. AQE

    Il D.L. 112/2008 convertito in legge non risulta ancora pubblicato in Gazzetta ufficiale. Fino a quel momento, pertanto, l'obbligo di allegazione dovrebbe essere ancora sussistente.
  11. Mi sembra vi sia un errore. La procura non può essere allegata in originale in quanto la stessa è "conservata in originale" dal notaio che l'ha ricevuta. Pertanto l'alternativa è: - procura speciale a mio rogito in in data ... rep. n... reg. a ... il... al n. (senza allegazione); - procura speciale a rogito del notaio in in data ... rep. n. reg. a ... il... al n. che in copia conforme rilasciata dallo stesso notaio in data .... si allega sotto la lettera ...
  12. ...e anche questo.
  13. Ho trovato anche questo:
  14. Ho trovato questo studio ma non so se possa sciogliere tutti i tuoi dubbi.
  15. Il Campobasso è sicuramente un ottimo punto di partenza. Personalmente preferirei sempre cominciare dai libri di Capozzi, stante il taglio prettamente notarile e concorsuale.