Vai al contenuto

Antonio Mattera

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    1384
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    117

Tutti i contenuti di Antonio Mattera

  1. Grazie ... è un po' quello che volevo ... "sintetico e completo" ...
  2. Grazie. Mi fa piacere che ti sia piaciuto
  3. Grazie ragazzi. Il libro è uscito da cinque giorni è già sta andando alla grande. Sono davvero contento. Mi stanno arrivando molti wzp di complimenti, anche da parte di colleghi che scrivono libri di casi. Sono stati molto apprezzati, soprattutto dai più giovani ed inesperti, gli schemi guidati di atti ... li ho messi perché io li avrei voluti quando ero agli inizi del percorso. Un saluto a tutti
  4. Ad maiora ... (ma senza arroganza) ... Certo che quanto ad educazione e rispetto ... Ho provato a spiegarti "da dove" l'articolo "nasce", da dove viene tratto lo spunto di riflessione (il polimorfismo causale della legittima) ... non mi sembrava il caso di farti il "riassuntino" di ciò che abbiamo scritto nell'articolo. Per il resto, ti consiglio di seguire il corso di successioni del notaio Romano: sicuramente, come me, avrai tanto da imparare da lui. Saluti P.s.: Studiati il saggio di Magliulo intitolato "La legittima quale attribuzione policausale" ... e aggiungerei anch
  5. Vedi quanto messo in grassetto... detto ad un professore che studia da una vita ... beh, mi fa molto effetto! Il riferimento all'arroganza è dovuto a questo tuo modo di porsi, che non condivido e non mi aggrada. Non mi riferivo al contenuto di quanto da te scritto, ma dal "come" è stato scritto! La critica al legislatore non è mossa solo da me (che non sono nessuno) e Romano, ma anche da Magliulo, Barba ed altri studiosi del diritto successorio ... scritti che tutti noi abbiamo studiato! Probabilmente, l'intento del nostro saggio non è stato compreso (ma la colpa è degli scriv
  6. Capisco quello che dici ... le tue conclusioni sono corrette ove si adotta una prospettiva tradizionale. Tuttavia, il nostro (mio e di Romano) scritto si "innesta" sulla linea di pensiero del notaio Magliulo, che - come saprai certamente - ha tentato una "rimeditazione" della successione necessaria nel suo complesso (il c.d. polimorfismo causale). Ovviamente, si tratta di un tentativo di percorrere una strada nuova, senza pretesa di correttezza o di verità ... io e Romano lasciamo la verità ad altri. L'articolo - come molti di voi hanno avuto modo di constatare - è il punto di
  7. Questo è quanto sostiene la tesi contraria ... che a te piace. Ma tant"è : il mondo è bello perché vario. Le antinomie vengono superate anche dall'interprete: di fronte ad esse l'operatore pratico è tenuto a prendere una decisione ... ed ha disposizione diverse tecniche, tra cui quelle indicate nella nota 37. Ad ogni modo anche la Cass. 2017 ha preso una decisione. Saluti
  8. Ma figurati ... non era mia intenzione metterla sul personale. Comunque ti invito a leggere la nota 37 del mio scritto, nella quale spiego che parlare di "interpretazione abrogante" risulta, probabilmente, semplicistico, dal momento che alla disapplicazione dell'art. 552 (norma "fuori sistema") si può pervenire anche attraverso altre qualificate tecniche di ermeneutica giuridica (ecco le altre strade). Se trattasi di norma "fuori sistema", coerenza vuole che venga disapplicata ... e, per farlo, bisogna cercare una o più strade, che credo di aver illustrato nello scritto. Se, inv
  9. Grazie per il "bell'articolo"
  10. O dici che è una norma che si coordina con le altre del sistema e, allora, la applichi ... o dici che è una norma "fuori sistema" e, allora, cerchi di percorrere altre strade (v. in primis il grande Bianca e, da ultimo, Cass. 2017) Dire che è una norma "fuori sistema" per poi applicarla, francamente e senza offesa, mi sembra incoerente ... e giustificare tale posizione, affermando "la applico perché c'è" (ma come la applichi?), mi sembra quasi pleonastico. Per me il diritto è anzitutto coerenza! È, questo, ciò che mi è stato insegnato ed è ciò che certo di trasmettere ai ragazzi del
  11. L'estensione della tesi della c.d. cristallizzazione alla rinunzia all'eredità (e ad altre ipotesi applicative) risponde anche ad un'esigenza concreta: quella di rendere maggiormente stabili gli acquisti con provenienza donativa o successoria. Una rimodulazione delle quote di riserva, per effetto di vicende successive all'apertura della successione, finisce per creare problemi nella successiva circolazione dei beni donati o conseguiti iure successionis, potendo esporre gli stessi a pretese dei legittimari. A mio sommesso avviso, quindi, oggi i tempi sembrano essere maturi per questo
  12. È anche gente come te che rovina il forum: i tuoi interventi non vanno oltre l'offesa. Anche tu hai contribuito ad uccidere Romolo Romani! Se in un forum un soggetto viene reputato un troll, lo si ignora ... punto ... Se, invece, si preferisce offendere (con atteggiamento futile ed infantile) tale soggetto, si finisce, inconsapevolmente, per diventare un nuovo troll! Ora non ti risponderò: non voglio "scendere" ad inutili e sterili polemiche. Saluti
  13. Non accadrà mai: alla professione di notaio si accede per concorso pubblico, a quella di avvocato con un mero esame di abilitazione.
  14. Non ci si arriva ad "mettere una pezza" nemmeno per le spese mensili di software e forniture da ufficio ... RIDICOLO!
  15. Esprimo il mio più profondo cordoglio. Sono vicino al dolore dei suoi familiari🙏🙏🙏
  16. Il corso è tenuto dal mio Maestro (e amico): se vuoi capire "a fondo" il diritto successorio, devi assolutamente frequentarlo! Il corso, però, richiede una conoscenza di base della materia: ti consiglio, quindi, di studiare i due volumi di G. Capozzi prima di procedere all'iscrizione.
  17. Osservazione più che corretta ... Ma tanto il forum ormai serve a "qualcuno" solo per sputare veleno (per di più, inutilmente) Quel "qualcuno" dovrebbe mettersi l'anima in pace: se si va a ritroso nella storia del Notariato, c'è sempre stata l'alternanza tra concorsi facili e concorsi difficili. Il Concorso 2016 è stato indubbiamente particolare; è capitato in un particolare "momento storico di debolezza notarile" (cit.): tuttavia, non capisco che senso abbia accanirsi contro i ragazzi che l'hanno passato ... che colpa ne hanno? Purtroppo, ho potuto constatare che questo attegg
  18. Pearl, purtroppo è silenzio totale (da parte di fonti "attendibili") Le uniche voci, per quanto possano valere, provengono da soggetti "diversamente interessati" ... naturalmente, queste voci affermano che gli scritti ci saranno tra 5 mesi. Per prudenza orientati comunque per la data che "circola" (giugno/luglio) ... anche se, personalmente, la vedo poco verosimile (ma è un mio giudizio personale) Un saluto
  19. Io per motivi di salute (ho avuto il cancro) mi sono laureato a 27 anni ed ora, dopo peripezie varie, sono notaio (in attesa di nomina), senza avere alcun Santo in Paradiso. Se credi in quello che hai intenzione di fare, devi farlo! Se hai bisogno di chiarimenti, consigli o anche solo supporto, puoi contattarmi in privato
  20. Quelle che ho sopra elencato. Le altre non le conosco: ho ascoltato qualche lezione sparsa, ma ho preferito proseguire con il metodo "tradizionale" che le scuole suddette già mi avevano installato. Ovviamente, con questo non intendo dire che le altre scuole non siano valide: la scuola che si sceglie deve rispecchiare il tuo "modo di essere"; si tratta, dunque, di una scelta soggettiva. Ho sentito anche qualche lezione di La Porta (che classifico come "tradizionale"): è un grande!!! P.s.: Per "tradizionale" intendo un metodo di studio basato sui principi generali, e non un m
  21. La Scuola Casale è una Fondazione: non persegue scopo di lucro; le rette (irrisorie) pagate dagli allievi sono dirette solo ed esclusivamente all'autofinanziamento dell'Ente.
  22. Mino Romano per mortis causa Stefano Santangelo e Peppe Trimarchi per societario Sandra Sabatelli per inter vivos ... per chi vuole una preparazione "classica" e funzionale a fare il notaio (non solo a superare il concorso)
×
×
  • Crea Nuovo...