Vai al contenuto

Brancaleone

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    880
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su Brancaleone

  • Rank
    Platinum member
  1. Ci sono anch'io! Ma soprattutto vorrei ringraziare Manlione e Alberto per l'enorme lavoro che giornalmente portano avanti su questo forum che è diventato un punto di riferimento essenziale nella vita di tutti gli aspiranti notai!! Grazie davvero Mathias
  2. Meglio no, entrare dalla porta anziché dalla finestra!
  3. L'ho passato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! E' stata davvero dura, stressante, lunga.... E' una prova che ti logora dentro la pancia, ma si può fare!! L'ho sempre saputo. Ci vuole preparazione, culo e furbizia, ma si può fare!!! Non mollate! Un abbraccio
  4. Tra l'altro se il credito facesse davvero parte della comunione ereditaria, non si potrebbe disporre della quota sul credito, come non si può disporre della quota su un singolo bene ereditario, per il discorso della "quotina". A meno di dire che chiedere l'adempimento del credito non significa disporne... Mah
  5. Grazie, sì, questo è quello che ha detto Cass Sez Unite del 2009, ma io non ho molto capito in cosa consista questa comunione del credito... Se posso chiedere da solo l'intero è come un'obbligaz solidale? In cosa se ne differenzia?
  6. Io non ho ben capito come funziona il credito per quelli che ne ammettono la contitolarità in comunione. Mi spiego: se, ad es., Tizio e Caio ereditano un credito in parti uguali tra loro (visto che in ambito ereditario la tesi della comunione dei crediti è prevalente), chi ne può chiedere l'adempimento? Devono agire per forza congiuntamente? Per poter chiedere ciascuno la sua metà, occorre prima procedere ad una divisione? Se fosse un'obbligaz parziaria ciascuno potrebbe chiedere la sua metà. Se fosse solidale ciascuno potrebbe chiedere l'intero. E se il credito è in comunione? Normalmente i comunisti possono godere del bene comune purché non impediscano agli altri contitolari di fare altrettanto, ma come si concilia ciò con il credito?
  7. Io credo invece che i soci, in sede di atto costitutivo, possano dichiarare che per mero errore materiale nella ricevuta, che qui si allega sotto "..", è stato scritto ... invece di .... Salvo errori macroscopici, tipo che Tizio e Caio eiventano Mevio e Sempronio. Non mi sembra giustificata un'eccessiva rigidità formale su una ricevuta bancaria (che come dice Matteo contiene spesso nella pratica errori). In base a quale norma i soci non potrebbero "rettificarla" in sede di atto costitutivo?
  8. E' vero che ogni soluzione ha dei difetti e che bisogna cercare la migliore non la "soluzione perfetta"; però a me la storia delle 4/500 tracce pubblicate piace poco. Quando hanno proposto la preselezione a quiz si diceva che così i candidati avrebbero fatto uno studio approfondito del codice e, invece, tutti (o quasi) si studiava a memoria direttamente i quiz, curandosi ben poco della regola giuridica che c'era a monte. Allo stesso modo temo che una volta uscita la banca dati tutti si studierebbe solo sulle tracce e sulle soluzioni alle tracce pubblicate, dimenticando tutto il resto. Qualsiasi problema non contemplato non verrebbe curato da alcuno, tra qualche anno sono convinto che si finirebbe per studiare in maniera abbastanza meccanica le soluzioni proposte dalle varie scuole o pubblicate su libri e basta. Il rischio di favorire chi ha buona memoria e costanza nel memorizzare invece delle persone più idonee a svolgere la professione notarile è forte!
  9. Meno di 300 ammessi agli orali di cui quanti già notai ex concorso 2007? Io scommetto che i neo natai alla fine saranno meno di 200, cioè circa metà dei posti messi al bando.....
  10. Sono contento che Prof. Not. di fama mettano nero su bianco che il concorso così com'è non va. Penso anch'io come piersimo e Spiderman che tra qualche anno, guardando indietro, si vedrà che i primi 10 anni del 2000 (o giù di lì) sono stati il periodo peggiore come accesso al notariato, per tutto un insieme di ragioni. Non sono sicuro che la proposta dei 500 temi tra i quali scegliere mi piaccia. Punto fondamentale sarà comunque, se passerà, garantire un'estrazione pulita! Altrimenti se delle 500 me ne devo studiare solo 3....
  11. Premesso che a me la tesi secondo cui sarebbe possibile affiancare al termine prescrizionale ordinario per accettare l'eredità un termine di decadenza inferiore non mi ha mai convinto, ritente che ciò si possa fare anche per un legittimario o è 549?
  12. Mazza oh! Che dibattito che ho scatenato... :-) Grazie a tutti!
  13. Credo anch'io la quietanza comporti essenzialmente un'inversione dell'onere della prova. Spetterà cioè al creditore dimostrare che, nonostante la quietanza da lui rilasciata, non è stato effettivamente pagato. Tale prova non è però nel nostro caso certo difficile: ci sarà la documentazione bancaria attestante che l'assegno non era coperto, il che per il traente è anche un reato! Non mi sembra fattispecie molto diversa dal caso in cui l'assegno circolare o il denaro contante consegnati siano falsi.
×
×
  • Crea Nuovo...