VLAD

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    551
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    3

VLAD last won the day on August 10 2012

VLAD had the most liked content!

Reputazione Forum

104 Excellent

Su VLAD

  • Rank
    Platinum member

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Ancona
  1. Infatti. Come ho scritto in altra discussione, riportando proprio la notizia postata anche da 1obama, non è il caso di generalizzare: si tratta della solita piantagione di mele marce che rovina l'unica buona del raccolto.
  2. Una risposta, tra le tante possibili, su che tipo di persona conviene essere per svolgere con soddisfazione la professione, su che cosa ci si aspetta dalla professione medesima, su cosa si crede di poter dare al cittadino facendo il notaio ed in generale su quali possano essere alcune delle miriadi di varianti che inevitabilmente si incontreranno lungo il duro cammino della formazione e quello ancora più duro dell'esercizio può leggersi qui (ma non si tratta dell'unica fonte in proposito. Ovviamente non è il caso di generalizzare: si tratta della solita piantagione di mele marce che rovina l'unica buona del raccolto): http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/notaio_arrestato_frode_fiscale_roma-2191127.html
  3. No, se non viene pagato il debito garantito.
  4. Ovviamente il prelegato non è assolutamente idoneo a "salvare" i figli!
  5. Un po' semplicistica come ricostruzione, peraltro condotta - più o meno inconsciamente e in buona fede, ne sono sicuro - col solito esercizio dello scaricabarile, per cui la colpa è sempre dell' "altro": in particolare, in questo caso, del sistema universitario e/o dell'esame di abilitazione. Capisco comunque la forte componente "autoconsolatoria" se non proprio "autoassolutoria" del meccanismo cognitivo retrostante tali affermazioni (meccanismo che può approssimativamente riassumersi in un ragionamento del tipo "io ho fatto - o penso di aver fatto - il mio dovere, e lo Stato deve necessariamente riconoscere questo sforzo: se non lo fa, la distorsione, l'errore, il "cortocircuito strutturale" sono nello Stato e non in me, che ne subisco solo le conseguenze"): di questo passo, però, a voler seguire fino in fondo la logica sottesa al riferito meccanismo, l'approfondimento della questione porterebbe a rilevare che la colpa originaria è delle maestre dell'asilo o della scuola elementare! Al rogo le Signore Maestre! Sono loro che hanno impedito il nostro trionfo nell'agone giuridico!
  6. a proposito del sempiterno presidio della tutela che solo un notaio può garantire, in saecula saeculorum: http://napoli.repubblica.it/cronaca/2015/06/09/news/truffa_al_cimitero_danni_per_3_milioni-116436662/?ref=HREC1-4
  7. Noto anche l'ampio ricorso all'uso del neretto ... mmmmh... tempo fa un utente ha dottamente dissertato sulla correlazione tra frustrazione e uso del predetto carattere evidenziato in relazione ad un mio post: chissà se le medesime considerazioni valgono anche in questo caso
  8. Io migliorerei un pochino (...ma giusto un pochino) grammatica e sintassi. Non vorrei che prendesse piede l'idea che l'alta specializzazione richiesta per partecipare al concorso notarile comportasse necessariamente la mortificazione della lingua italiana, anche perché in tal caso basterebbe proporre, come prova preselettiva per contenere considerevolmente il numero dei partecipanti, la composizione di un componimento scritto di un paio di paginette, tipo "tema a piacere", oppure "I miei hobby" o "Vi descrivo la mia giornata"
  9. Ti pare male, 1obama...
  10. Richiamo quanto avevo rilevato all'epoca, non avendo tempo e voglia di fare una recensione approfondita: 1) L'atto del caso 2, svolto alle p. 29 ss., reca tre articoli (5, 16 e 25, alle p. 32, 35 e 36) nei quali, con riguardo al pagamento del prezzo di altrettante compravendite, si afferma ogni volta che "La parte acquirente rilascia ampia e liberatoria quietanza dichiarando di non aver null'altro a pretendere". 2) La parte teorica dedicata alla revocatoria fallimentare (p. 48-50) consiste semplicemente nella parafrasi degli artt. 64-69 della legge fallimentare, con in nota tre righe tratte da una sentenza a sezioni unite della Cassazione del 1997, relativa all'abrogazione implicita della presunzione muciana di cui all'art. 70 della menzionata legge.
  11. Concordo con The Stig, e rammento che peraltro il trend negativo era stato preceduto dagli "Atti e casi notarili" (volume I) dei quali avevo segnalato errori e limiti che balzavano all'occhio già all'esito di una rapida consultazione.
  12. Allora non ci sono molte alternative, e fino al momento in cui un diretto interessato non impugnerà il provvedimento di esclusione dal concorso in quanto triconsegnante (con tutti i "se" del caso, che non sto qui a ripetere) io di alternative non ne vedo proprio... ovviamente sarò ben lieto di essere smentito!
  13. Sono contento che finalmente ti sia deciso a fare gli esercizi, che sono un'attività decisamente migliore che perder tempo a suonare il campanello della Corte Costituzionale attendendo che qualcuno ti apra per accettare in deposito il tuo ricorso Ti stupirò ancora una volta: non ho spulciato i tuoi post, semplicemente mi è stata segnalata la tua prodigiosa ars stipulatoria da più di qualcuno che mi ha fatto saggiamente presente l'inutilità di svolgere discussioni sul presupposto di basi teoriche inesistenti. Aggiungo che l'inconsistenza non si limita solo alle carenze giuridiche (quelle, volendo, uno con enorme fatica le colma), ma si estende anche ad altro, ed in maniera evidente, nel momento in cui ti ostini a proiettare un disagio personale su storie altrui che costruisci con i tuoi fantasmi (parecchi) e le tue deduzioni (sistematicamente errate, come è stato dimostrato: qui e, a quanto pare, anche altrove). Ma ora è tardi. Chiudiamola qui: una lavagna intonsa ti aspetta per essere riempita. Rinnovo l'augurio di buon lavoro