Vai al contenuto

NORTHCAP

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    4
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1 Neutral

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Roma
  1. Buongiorno a tutti.. desideravo sapere se a qualcuno è mai capitato di eredi che pubblicano un testamento con la quale la madre, ormai vedovo, divide i beni tra i suoi tre figli, e questi, dopo aver pubblicato il testamento (che ovviamente non è stato trascritto), vanno da altro notaio e fanno una divisione suddividendo in beni in modo completamente diverso da quanto previsto dal de-cuius. Ora si pone il problema che occorre mettere mano a quella divisione per alcuni errori compiuti e perchè gli eredi vorrebbero disporre di alcuni beni. E' possibile "derogare" alle disposizioni testamentarie del De Cuius con testamento già pubblicato? Grazie a chi mi aiuterà.
  2. il conguaglio è stato parametrato "alle somme di denaro necessarie a mantenere la parità e l'equivalenza delle quote secondo i valori patrimoniali delle stesse accertate alla data della morte" come è possibile in tal modo agire per rescissione??
  3. Ho istituito i tre figli eredi in parti uguali prevedendo assegni divisionali e, sopratutto, prevedendo un conguaglio divisionale. La Commissione mi ha contestato che: "il candidato travisa la traccia e predispone un atto che non realizza le finalità richieste, facendo ricorso ad una divisione in parti eguali, che espone le attribuzioni alla instabilità derivante dall'applicazione dell'art. 763 c.c. che la traccia chiedeva espressamente di escludere". LA DOMANDA E' QUESTA: IL CONGUAGLIO DIVISIONALE NON ESCLUDE LA RESCISIONE PER LESIONE EX 763??? (tralascerei discorsi sulla sua ammissibilità e configurazione giuridica dell'assegno divisionale poichè pare che il problema non sia stato assolutamente questo! forse lo avrei preferito)
  4. NORTHCAP

    tristissima riflessione

    Condoglianze
×