Vai al contenuto

Federico Mario Ferraris

Notaio dal 2011
  • Numero contenuti

    2284
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    6

Federico Mario Ferraris last won the day on August 8 2013

Federico Mario Ferraris had the most liked content!

Reputazione Forum

245 Excellent

Su Federico Mario Ferraris

  • Rank
    Plutonium member
  • Compleanno 07/01/1977

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Ancona

Visite recenti

2704 visite nel profilo
  1. Le trasformazioni eterogenee atipiche.

    L'Autrice del testo, che molto ha contribuito e contribuisce anche su queste pagine, oggi Notaio in Roma, è preparatissima e, come ha detto chi mi ha preceduto, non ha certo bisogno di presentazioni ed è una grande conoscitrice di questa materia. Il Manuale presenta molteplici aspetti pregevoli, in quanto, oltre ad affrontare analiticamente gli approfondimenti teorici (civilistici ma non solo, prendendo in esame, anche, ad esempio, i profili tributari), ricchi di spunti di grande interesse scientifico e utilissimi per chi prepara il concorso e vuole approfondire la materia, ma non solo, grazie anche ai notevoli riferimenti alla dottrina notarile ma anche accademica, contiene molti richiami alla giurisprudenza che ha preso in esame la materia e soprattutto - aspetto che trovo utilissimo - riporta il testo di diverse sentenze di legittimità e di merito, nonché di sentenze della giurisdizione amministrativa e ancora, in altro ambito, di Risoluzioni e Circolari dell'Agenzia delle Entrate. Il Manuale, inoltre, assume rilievo pregevolissimo e apprezzabile per chi si esercita con i temi di concorso, ma anche per il Notaio che affronta la quotidiana professione, in quanto riporta la bozza di molti atti relativi alla materia. Insomma, ero alla ricerca di un testo specifico relativo a questa materia e devo dire, dopo alcuni mesi che è nella mia libreria e dopo frequenti consultazioni, che è un ottimo acquisto e ne sono quindi soddisfattissimo.
  2. Incredulità e niente altro

    Un caloroso abbraccio per manifestare a Te, Elisa, ai Tuoi bimbi e agli altri parenti di Giorgio la mia solidarietà.
  3. Incredulità e niente altro

    Una bruttissima notizia. Rivolgo a Lui un commosso pensiero e ai familiari tutti un ideale abbraccio quale espressione di condoglianze e solidarietà.
  4. terreni pertinenza prima casa

  5. Concorso 14-15-16 novembre 2012

    Concordo. E' un ingiusto logoramento psicologico.
  6. Concorso 14-15-16 novembre 2012

    Per tre ore? Fossero solo tre ore!!! Se hanno dettato alle 14, considerando, come immagino, che molti fossero lì già dalle 9, sono almeno 5 ore... La cosa allucinante (lo ricordo bene perchè anche al mio concorso si fece tardissimo) è che, intanto che consegni e torni a casa è non prima di mezzanotte... poche ore di sonno (per chi riesce a dormire e riposare) e la mattina dopo sei di nuovo lì... che brutti ricordi...
  7. Concorso 14-15-16 novembre 2012

    8 ore.
  8. vincitori concorso 2011han consegnto i codici stamattina

    Non so se ti rendi conto delle cose insensate che scrivi...
  9. vincitori concorso 2011han consegnto i codici stamattina

    Allora il vero problema è questo? Cioè coloro che già sono Notai toglierebbero posti a chi ancora non lo è. Ammesso e non concesso che sia così siamo in presenza di due legittimi interessi, quello di chi ancora non è Notaio di vincere (ma se uno è preparato il concorso lo supera, fidati!) e l'interesse di chi avendolo già superato si ripresenta. Lo farà per sperare di avere un punteggio più alto per il futuro trasferimento e questo secondo me è già di per sé un interesse legittimo e se la legge glielo consente, francemente non ci vedo niente di male. Ovviamente se altri sono i fini per cui si ripresenta (aiutare altri concorrenti) il suo ripresentarsi è assolutamente deprecabile, ma avete la certezza che questo avvenga? Tu parli di altri modi più lodevoli per acquisire punteggio ai fini del trasferimento. Francamente riaffrontare lo strazio della settimana concorsuale trovo che sia un modo per guadagnarsi più che meritatamente i punti in più. Per inciso, sono d'accordo con te quando dici che superato il concorso non vorresti più sentirne parlare. Ma non mi sento neanche di criticare chi fa una scelta differente. Il tuo riferimento ai "bamboccioni", consentimi, è un'altra offesa gratuita, perché non ci si può permettere di criticare chi vuole tornare a casa dopo un periodo in cui è stato fuori e bada, uno può voler tornare nella propria città per mille motivi oltre a quelli, sacrosanti, di carattere familiare, senza dover essere definito "bamboccione". Quanto alla "fortuna" che ho avuto a superare il concorso, non nego di averne avuta, senza fortuna non si va da nessuna parte, ma penso di essermelo prima di tutto meritato senza che debba vergognarmi di voler -se intendessi farlo- riavvicinarmi a casa e senza, per questo, dovermi sentire in colpa verso gli operai che hanno perso il lavoro, persone queste ultime che hanno tutta la mia solidarietà, ma ripeto non vedo che c'entri il Notaio che legittimamente voglia migliorare la propria situazione personale con un trasferimento. Il tuo ultimo paragone con i politici, invece, non lo commento proprio perchè si vede evidentemente che è formulato da chi non sa di che si sta parlando. Se pensi che la situazione di un neo-notaio, specialmente in questi tempi di crisi economica e con la concorrenza che ti schiaccia, possa essere paragonata a quella di un politico, come dici tu, privilegiato credimi, scambi lucciole per lanterne.
  10. vincitori concorso 2011han consegnto i codici stamattina

    Da Romano quale sono, temo di no! Tra l'altro insultante anche verso gli idonei vincitori dell'ultimo concorso, laddove vengono epitetati come "disturbati mentalmente". Quando, come vi auguro sinceramente, avrete superato il concorso e anzi, sarete già in esercizio, vi renderete conto, specialmente se la sede assegnata sarà lontana da casa, e vorrete legittimamente tornare a casa, che potersi giovare di qualche punto in più (che nella fattispecie ti viene dato dall'essere bisnotaio) è molto, ma molto importante, specialmente se la sede che chiedete a trasferimento è ambita. QUesto solo aspetto basta per rendere fuori luogo ogni critica alla legittima volontà di ripresentarsi dopodomani alla Fiera. Ma poi siete così certi che un idoneo possa sicuramente rappresentare un aiuto per i concorrenti? Ma quante volte i concorsi si sono accavvallati e statisticamente rispetto ai bisnotai quanti sono coloro che non hanno vinto il concorso per la seconda volta? Io penso che il fatto di essere isolati rappresenti già una buona garanzia, francamente allo scambio di elaborati non ci credo dati i rischi che si correrebbero. Per il resto non posso che confermare il consiglio che saggiamente vi è stato più volte dato... piuttosto che inseguire fantasmi cercate di concentrarvi queste ultime ore, e, direi pure, di rilassarvi, per evitare, per quanto possibile, di arrivare troppo stressati, anche dalle maldicenze. In bocca al lupo!
  11. vincitori concorso 2011han consegnto i codici stamattina

    Posso immaginare dove...
  12. Come pensi che sia possibile accertarsene?
  13. in fiera con i mezzi pubblici

    Mi pare che sia il Padiglione 3 e non il 2. http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_6_1.wp?facetNode_1=5_2&facetNode_2=5_2_2&previsiousPage=mg_1_6&contentId=SCE720261
  14. Concorso notai verso nuovi scandali? (Da Italia oggi)

    Questa francamente non l'ho capita neanche io. Se il problema, o presunto tale, è l'ipotizzata non imparzialità dei Notai-docenti che in quanto tale conoscono i propri allievi e potrebbero quindi agevolarli, che differenza c'è nel fatto che in una scuola si paghi? Allora, come dice Carlo, il principio dovrebbe valere anche per i propri praticanti. Del resto anche lì c'è un rapporto di conoscenza e dunque il Notaio potrebbe agevolarli. Anzi il Notaio sicuramente conosce il proprio praticante (e magari ne riconoscerebbe anche la calligrafia), mentre io che ho frequentato l'Anselmi e ho conosciuto il Notaio Ramondelli, posso dire con certezza che non mi conosceva visto che eravamo in tanti. Boh, ripeto, non capisco la differenza...
×