Vai al contenuto

george

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    710
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su george

  • Rank
    Platinum member

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Trento
  1. Intanto si pubblica. Poi dopo si discute sulla validità.
  2. Concordo pienamento con flaiano. Io questa volta ho avuto la buona notizia di essere su questa benedetta lista e la prima cosa che ho fatto è stato guardarmi indietro e vedere tutti i sacrifici che ho fatto in questi anni. E vi assicuro che sono stati tanti e radicali, come li hanno fatti tanti altri che purtoppo non ce l'hanno fatta. Ma io credo che questo sia l'unico modo per arrivare al traguardo nel concorso notarile: forse non sarà questa la volta buona, magari neanche la prossima ma ad un certo punto, quando tutto sembra inutile e i saccenti di turno ti guardano con sufficienza, qualcosa di buono arriverà. O almeno si è andati in guerra a fronte alta in prima linea e non ci si è nascosti con mille scuse nelle retrovie. Se non si parte con questa idea, è meglio non iniziare nemmeno e intraprendere un'altra strada. E soprattutto non si può iniziare questa strada dando giudizi a buon mercato sulle vite e le convinzioni degli altri. I valori e le priorità che si hanno nella vita sono le cose più personali per ciascuno di noi e la loro origine e le loro vicende non possono certo essere giudicati superficialmente. Tanti saluti e un abbraccio a tutti coloro che a queste fatiche credono veramente.
  3. L'atto resta nullo, perchè i requisiti di validità si verificano al momento della conclusione del contratto. Il profilo dei rapporti con il Comune, relativo al condono edilizio, è ben distinto da quello civilistico. Ciao.
  4. Secondo me l'ambiguità delle parole usate è una costante di ogni traccia, ma non tanto o non solo perchè chi la scrive non vuole essere capito (con lo scopo di segarti), ma perchè accade sempre che un'espressione può essere intesa da un lettore in un modo e da un altro in un altro, anche se chi scrive la traccia era in perfetta buona fede. Come allora interpretare? La via maestra secondo me è restare con i piedi per terra e tra due possibili soluzioni, una delle quali ti offre minori difficoltà mentre l'altra ti porterebbe a costruzioni arzigogolate, scegli la prima. Poi serve l'esperienza di tante tracce fatte, che ti porta per intuizione a capire dove chi scrive vuole andare a parare. Infine c'è la fortuna Le tracce dei concorsi sono poi una storia a sè. Sono scritte a più mani e per questo sono spesso un collage raffazzonato. Lì dentro è tutta un'altra storia: esercitati prima con le tracce delle scuole.
  5. Il ragionamento di Carlo Barone non fa una grinza.
  6. Le persone, nonostante la modernità della concorrenza, dell'efficientismo e della razionalizzazione, continuano assurdamente a morire! Quindi, per quanto il fatale trapasso sia fuori moda, penso che il notaio debba sapersi districare nella vicenda. O no?
  7. Dico no alle associazioni con altre professioni. Per me il notaio deve essere prima di tutto libero, se vuole - come deve - essere imparziale. Libero di rifiutare un atto se è convinto della sua illiceità, libero di parlare con entrambe le parti. E non deve sentirsi più legato ad una parte piuttosto che all'altra. Questo è molto semplice e lineare. Se si associa con avvocati o commericalisti non è più libero. Quindi non va bene. Quanto poi al fatto che esistono avvocati o commericalisti di fiducia, è vero. Ma un notaio che sia degno di questo nome non diventa pappa e ciccia con loro per fare qualsiasi cosa questi gli propongano. Deve restare sempre libero di dire di NO. Poi il notaio, se vuole, può parlare con tutti i commercalisti o gli avvocati che vuole e andare ai loro convegni, se li trova formativi: giustamente bisogna conoscere la materia in tutti i suoi aspetti. Ma associarsi è un'altra cosa.
  8. Uno dà una notizia tragica e come finisce? Con le barzellette sugli avvocati. Io veramente non capisco più certi frequentatori di questo sito...
  9. A me sembra che negli ultimi anni ci sia la tendenza a "promulgare" solennemente queste "massime", che in realtà non sono altro che opinioni di singoli o gruppi di notai o professori. Si abbia il coraggio di chiamarle con il loro nome: opinioni dottrinali.
  10. Rubino è un mito, lo dico veramente, ma ai fini concorsuali è meglio che resti tale. I classici come lui ti arricchiscono molto ma rischiano di far perdere di vista che la nostra preparazione deve essere più pratica. Meglio sapere un po' di tutto, piuttosto che mille pagine su un unico argomento. Senza contare che un testo del 1962 inevitabilmente non tiene conto della giurisprudenza degli ultimi cinquanta anni. Se però vuoi acquistarlo per approfondire un argomento qua e là, allora va bene.
  11. Mi metto al computer e leggo le presunte tracce dello scandalo, ansioso di trovarcelo, lo scandalo. Ma quando mai?? In tutte le scuole d'Italia la fedele domestica si becca, a soddisfazione delle sue fatiche, un legato. E la Jaguar o la macchina d'epoca ci sono sempre state, perchè il de cuius è sempre un riccone sfondato! Per non parlare delle masse plurime: quali titoli di provenienza dovevano inventarsi? Se uscivano altri argomenti, sicuramente altre scuole li avevano trattati in temi più o meno recenti, e allora lo scandalo si sarebbe riproposto su queste altre tracce? Per ultimo, il commissario che insegna alla scuola di Roma. Ma se lo sapevano anche i sassi, prima del concorso, che ci insegnava! Perchè nessuno ha alzato la manina, dal giorno in cui si è saputa la composizione della commissione, per obiettare qualcosa? Un consiglio agli eterni insoddisfatti, sempre più numerosi su questo sito: fatevi una bella vacanza.
  12. Tizio e Caio si sono dimessi. Dopodichè al posto di Tizio è stato nominato Caio e al posto di Caio è stato nominato Tizio. Così è tutto come prima
  13. Grazie, gentilissimo
  14. george

    Cerco studio CNN

    Sto cercando lo studio n. 94/2008-I del CNN in tema di fallimento. Qualcuno sarebbe così gentile da postarlo, per favore? Grazie.
  15. In ogni caso, qualunque sia la verità, non riesco a capire per quale strana ragione uno si scalda tanto per una cosa del genere, scrivendo a caratteri cubitali. Rilassati
×
×
  • Crea Nuovo...