cavalierec

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    9
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

5 Neutral

Su cavalierec

  1. Alla cortese attenzione del Presidente del Consiglio nazionale del notariato e per conoscenza al Presidente della Repubblica, del Ministro di Grazia e Giustiza,e alla redazione di Repubblica. Cari signori, Ho 38 anni e lavoro per i notai anche mia moglie lavora per i notai... Chiunque di noi ha una opinione bella...seria di alcuni professionisti che incarnano garanzie serietà correttezza.. Ultimamente però noto delle cose atteggiamenti che non mi piacciano affatto anzi creano disprezzo amarezza e ancor di più creano odio verso la casta. Ho sempre pensato che un pubblico ufficiale,anche se un po' ibrido come il notaio,dovesse essere una persona seria pulita,al di sopra delle parti,umana. Questo ultimo requisito nei confronti di alcuni collaboratori manca!anzi è totalmente assente!! Si assiste ogni giorno all'aumento del disprezzo a forme di schiavismo e ripeto sopratutto a forme di sfruttamento e di mancanza di umanità! Pagamenti in nero,fatture gonfiate,contanti e sopratutto si pretende da umili impiegati la conoscenza che a volte nemmeno chi ha vinto un concorso così difficile possiede... Spesso l'atto non viene nemmeno analizzato dal notaio che ne è il padre,il responsabile, l'autore. Ma si pretende che il collaboratore male pagato e sfruttato si assuma tutte le responsabilità a rischio del suo posto di lavoro!! Questi comportamenti sono uniti sempre:che paga male non paga le tasse ed ha dei collaboratori in nero e letteralmente spenna la clientela. Consentitemi un digressione: Una volta un cliente stizzito dal rimprovero fatto dal notaio al collaboratore,blocca il notaio e gli ricorda che il notaio è lui,e lui viene pagato per la prestazione che svolge....amareggiato alla fine dell'atto ricorda al notaio che è l'ultima volta che sarà suo cliente! Questo è il modo di comportarsi da professionisti seri!? La crescita e la ricchezza solo se condivise creano entusiasmo e benessere altrimenti creano,a ragione stizza odio rancore...e peggio ancora la convinzione che questa professione non serva a nulla. Ora,caro presidente del consiglio nazionale .caro Presidente della Repubblica, cara Ministro,se voi tutti insieme non vi rendente conto che la più grande pubblicità,forza, capacità sono le persone che lavorano con voi, e se la cattiva pubblicità parte dall'interno siete purtroppo destinati a finire come le nuove spinte politiche dimostrano. Il lavoro notarile è da privilegiati e lo è anche il lavoro del collaboratore ma bisogna intervenire su quelle mele marce che infettano tutto il sistema. Anche attraverso controlli interni,anche attraverso sospensioni verso chi non ha il carattere "umano"che una persona che ricopre questo ruolo deve ripeto deve avere. Le persone sono tali perché possono devono cambiare e se non lo fate voi noi che purtroppo,da voi dipendiamo certo non vi possiamo e non vogliamo aiutarvi. Il mio monito è rivolto a tutti per colpa di pochi ma come spesso capita per colpa o se volete per dolo di quei pochi pagano tutti. Per salvare il notariato non basta una riforma o un sussulto politico bastano pochi esempi concreti sopratutto verso chi con il notariato lavora. Grazie per il vostro tempo! Un anonimo affranto!!
  2. Che emozione il concorso! che meraviglia! sempre comunque! quanta vita scorre in quei banchi da fabbrica di paese in via di sviluppo, dove sogni sorrisi ambizione stanchezza,illusione si mischiano e di colpo all'unisono, pardon , all'unanimità diventano vita! si! Vita! vita pura, percepibile nella fatica fisica di libri portati controvoglia, e con la voglia di essere un giorno Notai! Si Notai! una professione bella, stupenda nella sua essenza piu' profonda una professione ricca, e non di ricchezza materiale, ma ricca di disponibilità di professionalità di un giurista, con un impermabile che va in una casa e fa un atto, rendendo giuridico perfetto, l'umano volere! quel grande stanzone dove tutti stiamo, attenti sorvegliati speciali, da persone simpatiche spesso a volte spocchiose, che ci fanno distrarre ma che piacere quella distrazione......tutto questo ho vissuto oggi! è mi ha fatto piacere ma una cosa è vera solo se la condividi solo se la fai tua e sei capace di trasferirla agli altri! ho osservato i sorrisi di ragazzi e ragazze, perchè chi investe una vita o una parte rilevante di essa in questo concorso ha qualcosa del Ragazzo, che vuole arriavando ad essere un Notaio, ricoprendo una professione privilegiata, vuole cambiare il mondo per cui è Ragazzo/ragazza sempre!forse mi auguro per sempre! Amici, chi di voi vincerà ha un arduo compito da compiere spingere questa professione verso i lustri di un tempo, allontanando il necessario si ma vile denaro che ha reso vile quell'incipit "Innanzi a me dottor...Notaio in..." trasformando la professione la professione, in un mercato in un business che altro non è che una idea per fare soldi, e per essere sopra gli altri!Il notaio è si sopra gli altri ma è Super Partes, servizievole, disponibile, ed in ultimo fa la fattura consapevole di quello che ha dato risolto consigliato alle parti, assume in regola i dipendenti pagandoli Bene facendoli sentire partecipi di quello che è il lavoro, pagando le tasse per loro, una figura che ha imposto la legge e che dalla legge prende tutti non può non deve eleuderla per evitare di pagare piu' Irpef! Per i notai necessita ricordare il grande Padoa Schioppa " Le Tasse sono bellissime!" il tutto compagni e compagne di avventura con un sorriso e con leggerezza.....allora si che il Concorso dei Concorsi sarà come è stato per me oggi Qualcosa di meraviglioso! Buona Vita a tutti! Ad Maiora!
  3. ciao! vedi un po' lo studio cnn 49/2010 Decade dai benefici chi vende entro i 5 anni!(eccetto parenti entro il 3 grado ed affini entro il 2) l'imposta si calcola (copio incollo lo studio!) ciao e buono studio a tutti! Benché la decadenza sia disciplinata con riguardo ai “terreni”, deve ritenersi che essa riguardi anche le pertinenze, non essendovi ragione di ritenere queste ultime assoggettate solo in positivo al regime agevolativo valevole per i terreni. La decadenza comporta il recupero della differenza di imposta, la quale costituisce imposta complementare (art. 42 T.U.Registro) e, trovando causa in “un fatto imputabile ad una sola delle parti contraenti” non comporta responsabilità del dante causa dell‟acquirente che decada dall‟agevolazione. Qualora la decadenza si verifichi, il relativo debito è assistito da privilegio, ai sensi dell‟art. 2772 c.c. (19
  4. Bene benissimo ragazzi!il sunto è: Il notaio può pagare ergo deve! Anche perché essenzialmente lo prevede come brillantemente argomentato la legge!!!
  5. Sono matto!!qui già non c'è trippa per gatti!!ora giustifichiamo anche i notai che non pagano soltanto perché noi stessi vorremmo essere notai.....dai ragazzi chi guadagna tanto perché la legge gli dà questa possibilità deve sottolineo deve pagare tutti ed anche bene....e deve sopratutto applicare la legge ossia assumere con contratto senza black e dare tutte le tutele!!insomma si è notai per legge e allora si applichi la legge.....altrimenti non si è degni di essere NOTAI!!! Buona vita!!
  6. i faccio il tifo per i Notai che pagano i praticanti, cosi per dare uno stimolo, ed anche e sopratutto perche' alla fine si preparano atti su cui ammettiamolo c'e' un po' di guadagno?no? sarebbe un modo per contribuire a formare anche persone generose, anche se la generosita' e' una dote, un talento dell'animo! a volte le categorie piu' sono esclusive piu' sono protette, piu' sono composte da persone piene di se' piu' non si retribuiscono in modo corretto le persone! Ovvio ci sono tante eccezioni anzi alcune volte si sparla dei Notai ma io personalmente ne ho conosciuti di generosi e disponibili! Diamo un esempio ed aiutiamo i giovani ad amare il lavoro......del resto il contratto di lavoro implica come requisito essenziale la retribuzione!! per un futuro migliore!!chi puo' farlo a mio modesto avviso deve farlo! Buona Vita!
  7. Salve! offro la mia collaborazione in uno Studio Notarile di Salerno Potenza e rispettive province, sono una persona seria affidabile dinamica, pratica, multi-tasking e che ama lavorare La mia disponobilita' e' immediata Grazie!!!
  8. Sarai silviosantosubito.....ma lasciamo lavorare Passera almeno lui qualcosa fa vuol fare ed ha fatto....mentre gli altri i silvi ed i Pierluigi che non hanno fatto nulla solo chiacchiere!! Buono studio!!!
  9. Notai - Prove scritte concorso 150 posti 7 settembre 2012 Le prove scritte di cui all’art. 5 del bando di concorso, per esame, a centocinquanta posti di notaio, indetto con D.D. 27 dicembre 2011, si svolgeranno nei giorni 14, 15 e 16 novembre 2012, in Roma presso la Nuova Fiera di Roma, Viale A.G. Eiffel snc. I candidati dovranno presentarsi entro e non oltre le ore 8.30. I concorrenti ai quali non sia stata comunicata l’esclusione dal concorso, saranno tenuti a presentarsi per l’identificazione e per la consegna dei testi di consultazione, conformemente a quanto previsto dall’art. 7 del D.D. 27. 12. 2011, presso Nuova Fiera di Roma, Viale A.G. Eiffel snc dalle ore 8.00 alle ore 13.30, esibendo uno dei documenti di cui all’art. 7 del bando comma 10 di concorso, secondo il seguente ordine: nel padiglione 1: il giorno 12 novembre 2012, i candidati i cui cognomi iniziano con le lettere dalla “A” alla “K”; nel padiglione 3: il giorno 13 novembre 2012, i candidati i cui cognomi iniziano con le lettere dalla “L” alla “Z”. Ciascun candidato svolgerà le prove d’esame nello stesso padiglione come sopra indicato per la consegna dei testi. Non saranno, in ogni caso, accettati testi presentati nei giorni delle prove scritte. Nella Gazzetta Ufficiale – IV serie speciale – del 12 ottobre 2012 si darà comunicazione di eventuali modificazioni del luogo, delle date di svolgimento delle prove scritte e delle modalità di convocazione dei concorrenti. Il presente avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti. ►la scheda del concorso