sakuragy

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    729
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    23

sakuragy last won the day on April 14

sakuragy had the most liked content!

Reputazione Forum

318 Excellent

Su sakuragy

  • Rank
    Platinum member
  • Compleanno 13/05/1976

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Milano

Visite recenti

2210 visite nel profilo
  1. grazie Non è convertibile, quindi nessun problema neanche sotto quel punto di vista
  2. La ALFA SPA emette un prestito obbligazionario a garanzia dello stesso iscrive ipoteca di primo grado su un bene immobile di Sua proprietà Ora vorrebbe vendere il bene immobile suddetto alla BETA SPA la quale si è dichiarata disponibile ad accollarsi il debito derivante dal prestito obbligazionario. L'accollo non sarebbe liberatorio Io non ci vedo particolari problemi, ma è tutto il giorno che cerco studi o sentenze e non trovo nulla ps. è caso reale
  3. Arriva commercialista vorrei costituire una sas con la seguente denominazione "ALFA CHE FA COSE SAS DI TIZIO" O IN FORMA ABBREVIATA "ALFA SAS" Dubito innanzitutto che possa essere omesso il nome del socio accomandatario a parte questo, è possibile prevedere la ragione in forma abbreviata per le società di persone? Non ho trovato studi al riguardo
  4. Perché a. non hanno scelta b. integrano il lavoro dal notaio con lavoretti sparsi (consulenze e successioni, ecc...)
  5. Non c'è bisogno di aprire nessuna busta. Il numero di busta lo si conosce nel momento in cui diviene segreto: subito dopo gli scritti. Quando consegni i compiti sulla busta c'è il tuo codice identificativo, il numero su tessera e banchetto. Quando si raggruppano i 3 compiti tale indicazione viene eliminata in quanto inserita in una nuova busta tecnicamente anonima Basta sapere il numero di partenza e sai il numero finale
  6. su non facciamo le verginelle. Nei concorsi ed esami dove c'è una commissione in correzione ogni membro ha "qualche amico", i nomi li sanno tutti, quando arriva il turno di chi deve passare, passa e basta
  7. Che abbiano consegnato solo i migliori è un presupposto, a mio modo di vedere, errato. Hanno consegnato: i convinti, i disperati (4a consegna), chi si è rotto i coglioni del concorso e gli avventurieri
  8. non so che esperienza hai nel concorso ma ti assicuro che con quasi il 30% di promossi, la commissione è tutt'altro che rigida praticamente se guardiamo gli standard degli ultimi vent'anni (media tra il 10-15%) stanno regalando
  9. percentuale di promossi totale 26,80% nel periodo 52 promossi con 182 corretti : 28,57%
  10. Tu non potrai mai garantire qualcuno al 100% MAI E guai a farlo Quindi dato che il notaio non è un tuttologo onnisciente è giusto e corretto rifarsi in taluni casi ad altri professionisti Se il venditore vuole essere garantito da eventuali futuri problemi fai predisporre una perizia da un tecnico sulla conformità urbanistica e avrai fatto bene il tuo lavoro
  11. l'inquadramento non è univo, vieni iscritto all'inps in quale sezione non me la ricordo e dovrei chiedere al mio commercialista.
  12. il venditore non può farsi fare un parere scritto dal proprio tecnico, il quale a quel punto si assumerà la responsabilità delle proprie affermazioni. In caso di controversia, il venditore agirà per responsabilità professionale verso il tecnico
  13. pratica di compravendita e mutuo valore compravendita circa 1,9 mln valore mutuo circa 1mln Onorario notaio 4k Provvigioni agente immobiliare 60k cad da venditore e acquirente cerca di trarne da solo le conclusioni
  14. la situazione è paradossale in realtà Controllo GF in società contestazione di emissione fatture a fronte di prestazioni mai eseguite. Sono tutti lavori presso vari condomini Processo Penale: il pm chiede archiviazione perché il fatto non sussiste e il giudice accoglie (chiusa lì) Processo tributario va avanti perché se ne fregano del penale Ora il commercialista deve formare "il convincimento" del giudice tributario mediante le dichiarazioni dei vari amministratori che attestino le prestazioni tutte le sentenze della cassazione che ho trovato parlano però di dichiarazioni sostitutive di notorietà
  15. Mi chiama Commercialista e mi dice che per un contenzioso tributario gli occorrono degli atti di notorietà da far presentare al giudice resi da terzi soggetti. Infatti nel processo tributario non è ammessa la prova testimoniale, tuttavia grazie all'intervento della corte costituzionale e per ammissione della cassazione è possibile far entrare nel giudizio dichiarazioni di terzi di cui sia certa la provenienza. Questa dichiarazioni saranno liberamente utilizzate dal giudice tributario per formare il suo convincimento. A questo punto però penso: problemi 1) divieto di precostituzione di prove 2) divieto di ricevere atti di constatazione 3) atto notorio ma chi interviene? Penso a questo punto ad un atto sostitutivo di notorietà (nonostante le obiezioni del commercialista) Vi sono mai capitati? Come li avete strutturati?