Vai al contenuto

anton3

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    926
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    33

anton3 last won the day on July 2

anton3 had the most liked content!

Reputazione Forum

169 Excellent

Su anton3

  • Rank
    Platinum member

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    L'Aquila

Visite recenti

1723 visite nel profilo
  1. anton3

    Correzione scritti aprile 2018

    Condono 2016, quale tempo ?, Forse da metà anni Ottanta (del Novecento) in poi. Infatti, nel secondo dopoguerra i notai - seppur rispettati dalla popolazione avendo un censo almeno medio-borghese e quindi di un certo agio economico - erano ancora considerati giuristi di serie B (fra l'altro vi fu un ampio dibattito alla fine dell'Ottocento, per far o meno indicare i notai come "giuristi", soprattutto dopo la prima legge di categoria del 1878, e far inserire come requisito per la nomina la laurea completa (prevista con la successiva legge del 1913), per poi prevedere, con norma del 1924, il concorso pubblico. Diciamo che la qualità complessiva (non legata a sporadiche eccezioni o isolato intellettuale di categoria) è migliorata di pari passo con il progressivo guadagno economico della categoria (grazie al numero chiuso a cui colpevolmente gli avvocati hanno rinunciato in passato) e quindi (piatto ricco mi ci ficco) con la maggior selezione e difficoltà del concorso. Ciò ha fatto conseguire il primo scatto di "valore" alla metà degli anni Ottanta (del Novecento), proseguendo quindi fino agli anni Duemila. Quindi, fasti di un tempo (inteso come qualità di preparazione media), direi prevalentemente anni 1986-2015, l'ultimo trentennio. Come prestigio e utilità, il discorso è diverso e può certamente andare più indietro nel tempo.
  2. anton3

    Correzione scritti aprile 2018

    Non mi azzarderei ad essere certo sul fatto che usciranno tutti "veri notai", perché il "vero (e bravo) notaio" si vedrà sul campo e come si comporterà, perché potrà pure essere un pozzo di scienza ma se viola ripetutamente norme deontologiche è un paraculo saputello che sfrutta la professione per arricchirsi troppo e oltre il lecito
  3. anton3

    età partecipanti concorso notarile

    Deve essere eliminato anche il limite dei 50 anni......... perché si deve rispettare il detto che finché c'è vita c'è speranza e la vita normalmente continua anche dopo i 50 anni e, fino a 75, ci si deve provare. Probabilmente, il maggiore problema in contrasto è la questione dei versamenti pensionistici
  4. anton3

    SCUOLA NOTARILE PER NEOFITA

    Aggiungo: al ribasso, soprattutto perché i notai attificatori si rivolgono all'Autorità per la concorrenza che stravede per loro, li coccola e li protegge, punendo con sanzioni i C.N.D.
  5. anton3

    Festa

    Sì, è proprio quello il famoso palazzo degli esami a Trastevere. A me hanno demoralizzato le "enne" e le "a", tipo "N.A."
  6. anton3

    Concorso notarile e dottorato di ricerca

    Ricordo però che solo una piccola parte dei notai (ca. 10%) che ne ha diritto chiede l'integrazione, perché la deve chiedere per cifre che non vale la pena (tipo 500 - 1.000 euro), alla luce degli adempimenti richiesti
  7. anton3

    Festa

    I locali si trovano .... basta pagare.. Comunque locali grandi vi sarebbero : quelli della Fiera di Roma o dell'Ergife, oppure il Palazzo dei Congressi dove si facevano, un tempo, i concorsi notarili (dopo via Induno), l'ultimo nel 1991
  8. anton3

    Festa

    Le feste, presso R.R., sono state organizzate, credo, ma solo dopo aver passato/vinto il concorso.... Diversamente, forse, non vi è spirito per festeggiare....
  9. anton3

    età partecipanti concorso notarile

    L'età si è abbassata negli ultimi anni con la storia del limite delle tre consegne; senza limiti, prima, la media era sui 35 anni. Non vi erano molti over 40, in proporzione, ma i vincitori-trentenni erano più limitati perché l'età media dei partecipanti era più alta
  10. anton3

    Nuovo Bando

    A parte le ridicole e presuntuose "liberalizzazioni" renziane, da questo tipo di liberalizzazioni hanno solo da rimettere e perdere i giovani notai e i neonotai, perché i notai in azione (ved. porcus), riusciranno a salvare le loro posizioni di esperienza e di clientela, o al limite andranno in pensione, dopo aver incassato per una vita. I giovani, per emergere da una situazione di concorrenza spinta, dovranno o prostituirsi o fare magheggi o fare prezzi stracciati; in ogni caso, il sogno che tutti vogliamo vivere diventerà un incubo. Quindi, c'è poco da sfottere o minacciare con queste liberalizzazioni. Per i notai in esercizio, forse, finirà la pacchia, ma per noi neanche comincerà. Viva (nel senso di continuare a vivere) Sansone con tutti i filistei
  11. anton3

    Richiesta di bannare l'utente molesto

    Credo che i più di questo sito siano rimasti ....... a "casa" Non dimentichiamoci infatti che molti leggono le discussioni ma rimangono silenti
  12. anton3

    SCUOLA NOTARILE BALDASSARRA DI TILLIO

    Un'altra scuola ? Ma quante ve ne sono ?, fra poco vi saranno più scuole che praticanti......
  13. anton3

    Richiesta di bannare l'utente molesto

    Beh, su quello che dice Raffaele, non attribuirei tutto a Porcus (il cui intervento mi sembra limitato al concorso 2016). Spesso - e ho memoria storica - ho combattuto contro chi attaccava la categoria (o meglio l'istituzione), il concorso (dicendo che era tutto un imbroglio, anche se non non ho mai nascosto le pecche e i limiti fisiologici). Poi, attacchi e insulti ai vincitori non sono certo nuovi (già li trovi nei messaggio dei primi anni Duemila). Poi raramente interviene un notaio o neonotaio, perché dopo un poco succede la bagarre e infatti molti neovincitori, hanno abbandonato in poco tempo questo sito tra polemiche (lo scontro di interessi è umano)
  14. anton3

    opinioni professione notarile

    "Sono pochi i notai che guadagnano bene e che fanno alzare la media dei guadagni, ................... poi la restante parte tira a campare". Potenzialmente questa minoranza che guadagna tanto (ca. 25%), prima o poi dovrà essere sostituita, quindi 1 su 4 di quelli che passano il concorso sono destinati a guadagnare tantissimo. Quindi, non è detto che si guadagni poco necessariamente. Riassumendo, all'oggi, 1 su 12 passa il concorso e 1 su 4 diventa molto ricco. Perciò, allo stato, se non sbaglio i calcoli, fra gli aspiranti a questo concorso 1 su 48 farà bingo !!
  15. anton3

    opinioni professione notarile

    Seeeeee, In un anno....., ci paghi le spese, forse; quella cifra, come detto, è il massimo annuo: l'ho calcolato, qualche anno fa, su un onorario repertoriale (annuo) minimo minimo di 3.000 euro, che, tradotti, significano un incasso effettivo lordo di 15/20 mila euro (ossia meno di 2000 euro lordi al mese). Però, non devi avere altri redditi che facciano superare un certo ammontare (anche questo variabile: ad es. 60/65 mila euro) Pertanto, per risponderti: annui, poco più di mille al mese (ma, come detto, nel caso proprio non guadagnassi). Comunque, si è affrontato l'argomento circa un anno fa: per molti è sembrato sempre un "privilegio", ma il notariato è l'unico che lo fa (per ragioni storiche e fondative della Cassa): se le altre categorie, non lo fanno peggio per (i) loro (iscritti).
×