Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 21/08/2016 in all areas

  1. 14 points
    Salve a tutti, apro questa discussione al fine di condividere le informazioni - ufficiose o/e ufficiali - relative al prossimo bando. Prego ai "Guest" di astenersi dallo scrivere notizie infondate ed insulti gratuiti. Ciò premesso, io vi riporto ciò che mi é stato riferito: - bando ad aprile 2017; - scritti a novembre 2017 o febbraio 2018. Naturalmente credo che sia stata solo un'ipotesi, sebbene dotata di un certo fondamento. In sostanza, verrebbe confermata la cadenza di 1 concorso ogni 18 mesi. Tuttavia, in questa prospettiva, si rende assai verosimile l'accavallamento dei 2 concorsi, quello appena svolto ed il prossimo, con il conseguente (e malaugurato) fenomeno dei bis-notai. In ultimo - ma non per ultimo, dato che tutti noi abbiamo bisogno di fortuna - colgo l'occasione per porgere a voi tutti i miei auguri di buona fine e buon inizio ... Che con il nuovo anno possa realizzarsi tutto ciò che desideriamo!!!
  2. 13 points
    Traduco, per i calciofili, le voci sul concorso di questi giorni in indiscrezioni di calciomercato Bargiggia: "notizie certe: il ministero ha sondato l'egife per novembre, già in corso sopralluoghi e incontri tra l'entourage dell'hotel e il Dirigente del Ministero, e chi dice il contrario non capisce nulla" Di Marzio: "Attenzione: il ministero punta decisamente per la fiera già fatta la prima offerta, si parla di febbraio" Laudisa: "il ministero ha opzionato sia l'ergife che la fiera per novembre, i fondi dovrebbero arrivare dalla cessione del ced, il Dirigente ha minacciato le dimissioni in caso non si concluda almeno uno dei due accordi" Raimondi: "bisogna essere cauti, la trattiva per la Fiera già a novembre è molto avanzata c'è tempo fino alle 23 del 5 settembre trapela ottimismo" CM.com: "Fatta per la Fiera a febbraio presentazione martedì prossimo" Tuttomercatoweb "smentite le voci sulla Fiera, i procuratore smentisce ogni accordo, il ministero vira sull'Ergife per febbraio" Pedullà "sembrava fatta per la Fiera ma si è inserita nella trattativa la Sagra della porchetta di Ariccia che ha opzionato 5 padiglioni per novembre, il ministero prova il rilancio ma per la spending review deve prima rinunciare ad altri concorsi" Tuttosport: "Juve arrivano sia la Fiera che l'Ergife, nessuna speranza per il Ministero" per sdrammatizzare un po'
  3. 8 points
    ma porcaccia miseria ladra vorrei almeno per un mese stare tranquillo ed è una settimana che evito le discussioni relative alle soluzioni e poi come al solito ce le si ritrova anche dove non dovrebbero essere andate a cagare di cuore
  4. 7 points
    Le tracce non erano affatto semplici: solo per rimanere nell'inter vivos faccio presente che si intrecciavano un patto di famiglia, una cessione di azienda, una cessione di quota, una rendita e un trasferimento immobiliare. Poi se il parametro di difficoltà deve essere inteso sulla scorta dell'affair Settimio il problema diventa mentale ed è tutto vostro. Per quel che riguarda il concorso, tritacarne di massima portata, ho visto sempre gli stessi volti, più vecchi, più stanchi. Pochi giovani e molti anzianotti con codici rispolverati dal passato. Il ridimensionato numero dei partecipanti ad un concorso a 500 vuole dire una sola cosa: processo di (meritatissimo) declino in corso. Tristissima la dinamica di appartenenza a questa o quella scuola, patetico feticismo consumistico da coperta (corta) di linus. I cornetti dell'ergife facevano letteralmente "cagare" e dovrebbero vergognarsi di averci offerto quella spazzatura. Non mi esprimo sulle cene del buffet. Grazie per l'attenzione.
  5. 7 points
    ...che errore, da parte degli amministratori del forum (che, per carità, sono eccezionali per il resto!!!), permettere di scrivere ai "guest". Perché non vi firmate con nome e cognome quando sputate questo inutile veleno sulle persone (poco importa che siano Notai, insegnanti o altro)? Perché non esprimete la vostra idea nell'apposito thread (dedicato alle varie scuole)? Bah... In bocca al lupo a tutti!!!!
  6. 7 points
    ma è mai possibile che ogni discussione degeneri e nello spazio di pochi messaggi si passi a tutt'altro argomento? In questi giorni ho veramente poco tempo e vorrei non perderlo leggendo storie ormai passate Basta con l'ultimo concorso. Lasciate questo post solo alle notizie sulla commissione grazie
  7. 7 points
    Per me non lo devono mettere in un'aula a parte, ma lo devono mettere in un ospedale psichiatrico
  8. 7 points
    per pura soddisfazione: Io l'avevo detto che era la settimana del 21 nov era solo questione di location
  9. 6 points
    ciao a tutti, mi auguro che nessun collega viva nelle zone colpite dal terremoto. se così fosse, avesse vissuto il peggio (mi riferisco a abitazioni distrutte e roba simile), non esiti a chiedere materiale, appunti o tutto ciò che gli sia utile e sia andato perduto. insieme si prova a superare tutto
  10. 6 points
    Comunque, per concludere, se passano compiti con errori elencati in questo forum (e da me visti, almeno in gran parte), la colpa non é dei vincitori... ma della commissione che fa quello che le pare, "annientando" i criteri di correzione da essa stessa formulati. Quanto alla capacità dei vincitori di svolgere la professione notarile, poi, si vedrà
  11. 6 points
    Purtoppo se si arriva dai bassifondi, non è che col sigillo si migliora. Il sigillo fa notai, non signori.
  12. 5 points
    E' possibile ricevere una comunicazione ufficiale degli amministratori del blog in merito alle motivazioni sottese all'improvvisa "scomparsa" della discussione attivata in merito al "concorso notarile 2014"? GRAZIE
  13. 5 points
    Sarebbe possibile ritornare alla precedente modalità, per cui anche nel forum "concorso notarile" potevano scrivere soltanto utenti registrati? Da quando possono scrivere anche i "Guest" il forum è scaduto di livello: sono aumentati gli insulti e il disordine. Grazie P.S. Non tutti ovviamente, ma alcuni è evidente che scrivendo come "Guest" si sentono più liberi.
  14. 5 points
    Innanzitutto in boccca al lupo a tutti ! Perfavore smettete di considerare le vostre soluzioni come le uniche possibili o le preferit dalla commissione. Discutere va benissimo, ma pensare di avere la ragione in tasca al concorso notarile è follia. A proposito, dopo il concorso della casa mobile, o quello delle pareti finestrate, o quello del'indimeticato Settimio, come lo chiameremo questo concorso? Quello del marchio celebre? Accetto suggerimenti.... Detto questo, vorrei stringere telematicame la mano all'eroe che il terzo giorno ha estratto la traccia mortis causa (tralasciando il fatto che non è stata una scelta felice). Si faccia avanti, almeno con il nik... Dopo un'interminabile ricerca dei volontari per l'accoppiamento (non nel senso che pensate voi), il Nostro sfidava la sorte e si presentava davanti alla Commissione. Un applauso spontaneo e fragoroso partiva da tutte le aule. L'eroe si avvicinava sicuro al tavolo e salutava la folla acclamante. Non contento si girava verso la telecamera indicandola (!!) e si rivolgeva ai candidati delle altre sale per omaggiarli. Un vero tripudio. In tal modo irrideva anche l'arcigno drago che veniva colto di sorpresa ed esclamava "ma no!", "si contenga" e poi lo invitava a "concentrarsi" sulle buste. La creatura aveva una voce così squillante e fastidiosa che ti penetrava nel cuore e ti impediva di ragionare. Le sue parole gettavano il candidato nello scompiglio ed era impossibile non ascoltarle. "Ragazzi mancano 20 minuti, chiudete le buste, alzatevi e consegnate (???)". Mi scusi, come? Sfortunatamente il drago non era coerente con le proprie convinzioni ed in altre occasioni riusciva ad inventarsi nuove ed opposte regole "sono passate due ore, ma non potete andare in bagno. Si va in bagno solo una fila alla volta (???)". Mi scusi, non ho capito bene. Ma il baldanzoso cavaliere non aveva timore del drago e tornava vittorioso al suo castello.
  15. 5 points
    Nei giorni immediatamente successivi ad ogni concorso sorge sempre una questione di diritto su cui questo forum letteralmente si spacca, con discussioni eterne che per definizione non raggiungono mai una composizione, perchè nessuno è disposto ad ammettere che la propria soluzione è sbagliata. Mentre studiamo sappiamo che tutte le tesi sono controverse ma quando si tratta di difendere la nostra soluzione, allora ecco che il diritto diventa una scienza esatta. Così fu per i testimoni nel verbale di assemblea, così fu per la costituzione di Settimio, così fu per la prelazione dei confinanti... Ebbene, storicamente queste questioni di grande diritto non hanno MAI fatto selezione. La Commissione ha SEMPRE bocciato su qualcos'altro, tra le mille problematiche e insidie che le tre traccie contengono. Quindi, se la storia insegna qualcosa, state pure tranquilli che passerà sia chi ha fatto la professio iuris ex DIP sia chi ha fatto regolamento e che magari il paletto sarà l'allegazione dell'inventario dell'azienda nel patto di famiglia o altra minchiata su cui nessuno sta discutendo.....
  16. 5 points
    Ed eccoci qui!! Ciò che poteva solo sembrarci un sogno anche solo un anno fa è oggi reale, disponibile in libreria in tutti e tre i volumi!!! Anche il terzo volume del nostro "Quid Iuris?" inerente 100 risposte a quesiti inter vivos è disponibile in libreria ed online!! Io e Barney con grande gioia oggi vi proponiamo questa ultima nostra creatura e mandiamo a tutti un fraterno abbraccio!!! Romolo Romani ha fatto la storia dei praticanti notai italiani ed oggi due dei suoi più storici frequentatori possono dire di aver fatto questa raccolta anche grazie a questo sito, che ci ha non solo fatto conoscere ma che, almeno fino a qualche anno fa, era foriero di grandissime discussioni ed approfondimenti giuridici!! "Quid Iuris?" vuole, in tal senso, essere un omaggio a quanti hanno condiviso questo lungo percorso con noi ed a quanti ci hanno fatto domande ed hanno risposto alle nostre in tutti questi anni!!! Oggi ci piace pensare che qualche nipote di qualche utente tra 50 anni potrà sfogliare questo libro, magari sorridere nel vedere come nel frattempo certe domande potrebbero non avere più senso e certe risposte essere cambiate, e magari pensare all'amicizia che lega due persone tanto da arrivare a scrivere, con passione ed umiltà, tre volumi di quesiti insieme! A voi Marco Filippo Giorgianni e Niccolò Fibbi http://dikegiuridica.it/prodotti_leggi.php?id=771
  17. 5 points
    Lo dico in modo molto prudente ma oggi per la milionesima volta, da fonti molto attendibili ho scoperto che questo concorso è pieno di burloni...
  18. 4 points
    Ragazzi, come da sempre avete avuto modo di constatare, il concorso é molto aleatorio ed é fortemente caratterizzato da disparità di trattamento (vuoi dovuta a sviste "valutative", vuoi determinata da altro). Tuttavia, una cosa é certa: se non si fanno errori, si vince! Pertanto, cerchiamo di guardare avanti: il passato non si può cambiare. Riposiamoci quest'estate per essere pronti per la prossima sfida. Concentriamoci sui nostri errori al fine di non commetterli più la prossima volta: é inutile, oltre che deleterio per noi stessi, pensare agli errori altrui che sono stati "condonati". E ve lo dice uno che ha passato la scorsa estate a leggere - con il fegato in mano - i compiti dello scorso concorso. Basta farsi il sangue amaro!!!
  19. 4 points
  20. 4 points
    In questo sito, mi sembra sempre auspicabile leggere il favore di coprire tutti i posti in bando; è possibile, anzi, che fra coloro che hanno consegnato, vi siano anche 1000 ragazzi ad essere preparati, e quindi prenderne "solo" 500 sia in realtà un torto (perché a questo punto gli esclusi "preparati" si possono lamentare con diritto). Il fatto è che, tenendo conto della preparazione media di chi affronta questo concorso, si può di converso osservare che erano troppo basse le percentuali dei concorsi del passato e non questa ad essere troppo alta (se ci sono i posti....) Non dobbiamo preoccuparci della qualità media di coloro che passano (se ci siamo noi), perché quelle sono "preoccupazioni" che sono state sempre contestate ai notai in attività per tenere baso il numero dei nuovi notai. O alcuni già si sentono notai in pectore?
  21. 4 points
    La futura generazione di giuristi, sarebbe ben lieta e fortunata di avere in futuro la concorrenza più che dimezzata, altro che costretta a sopportare un ingiusto limite e penalizzazione. A 18 anni essere escluso a causa di uno sbarramento alla facoltà di giursprudenza, può essere la tua fortuna, perchè potresti, se sei intelligente, intraprendere un percorso universitario migliore con maggiori possibilità di sbocchi occupazionali, anche all'estero e diventare ingegnere, economista, chimico, etc. Non negare a nessuno la laurea in giurisprudenza e poi scoprire che hai buttato i migliori anni della tua vita per un titolo di studio che vale meno di un diploma tecnico-professionale, è in sostanza creare una massa di falliti, istruiti pur sempre falliti, che sanno cos'è la Costituzione e il divieto del patto leonino, ma non sanno dove guadagnarsi il pane se viene meno il mantenimento dei genitori. Se i politici avessero almeno un pizzico di cuore, dovrebbero includere nelle tasse universitarie una polizza assicurativa che ti ti garantisca un minimo vitale per almeno altri 5 anni dopo la laurea in legge, al fine di fartene prendere un'altra che non sia inutile come la prima per trovare lavoro. Nei film americani non fanno vedere come funzionano le università americane, le quali sono molto selettive e soprattutto di secondo grado, cioè prima devi avere una qualsiasi laurea, dalla filosofia a matematica, ingeneria o medicina, per poi iscriverti al corso triennale in diritto.
  22. 4 points
    Che noia, però. Tanto sto concorso è come il governo. tutti si lamentano ma non cambia mai na cippa.
  23. 4 points
    Se in un atto c'è un muto e il notaio dice che costui legge l'atto ad alta voce, o è avvenuto un miracolo o c'è un falso in atto pubblico da parte del professionista che rogita.
  24. 4 points
    RICORDO A TUTTI CHE QUESTO TOPIC E' RISERVATO A NOTIZIE INERENTI AL PROSSIMO BANDO. PER DISCUTERE SULLE SCUOLE NOTARILI ESISTE GIA' UN ALTRO APPOSITO TOPIC GRAZIE
  25. 4 points
    Ragazzi! C'era un allenatore della seconda squadra di calcio della mia città che passò alla storia per una celebre frase: rigore è quando arbitro fischia! al concorso notarile, le ahimè molte passate esperienze mi hanno insegnato che al concorso notarile è la stessa cosa: se la soluzione è quella che vogliono, si passa, se no, NO! Poco importa che ci siano valide soluzioni alternative: vogliono le soffitte, la casa mobile o la cessione a scopo di garanzia, quella è la soluzione! incrociamo le dita ed in bocca al lupo a tutti veramente, spero che possiate tutti gioire all'esito delle correzioni, perché so bene cosa siano i sacrifici vostri e dei vostri cari che vi hanno sostenuto, incoraggiato e hanno tifato per voi, anche quando la cima di questo monte sembrava lontana e pure irraggiungibile, so delle notti insonni, dei week e d sui libri quando altri, giustamente, pensano a vivere, so delle rinunce a questo o a quello perché c'è da pagare un corso o comprare un libro, so quanto sudore e sangue richieda questa strada. In bocca in lupo a tutti, con affetto e stima sincera per tutti coloro che hanno tenuto duro e venerdì scorso hanno, con me che ero lì per l'ultima consegna, messo il loro nome nel bussolotto è fatto girare la ruota.
  26. 4 points
    Credo che commerciale verrà corretto per terzo e che la questione non produrrà bocciature quindi mi permetto di rompere il silenzio che mi ero imposto (e vi assicuro che è stata dura tacere sulla presunta discussione della dottrina sul Regolamento UE, totalmente inventata da un paio di persone sotto l'anonimato dei guest) C'è un equivoco di fondo. Qui non stiamo parlando di un finanziamento da iscrivere in bilancio. La fattispecie oggetto dell'esame non era un conferimento "per compensazione" in senso classico (cioè compensazione volontaria), ma un caso di compensazione legale (Triveneto HG38 offre la migliore spiegazione possibile al riguardo). Non potete pensare che se io vendo ad una società un immobile, quest'ultima possa accampare un qualche diritto a posticipare il pagamento fino all'iscrizione della posta passiva in bilancio. Si trattava semplicemente di un conferimento di denaro rispetto al quale, per effetto di legge e a prescindere dalla menzione o meno in assemblea, si sarebbe prodotta la parziale liberazione per compensazione legale. La perizia aveva il solo scopo di dimostrare ai soci che l'operazione non avrebbe leso l'integrità del capitale sociale, evitando successive liti. In parole povere, l'assemblea non aveva voce in capitolo e poteva solo limitarsi a prendere atto della situazione.
  27. 4 points
    Equivoco; anche io ho frequentato, peraltro saltuariamente, una scuola; anzi due, entrambe ufficiali dei Consigli notarili, ma ero al limite un semplice alunno, non certo un adepto, anche perchè quelle erano scuole ove insegnavano a fare i Notai e ove si dava qualche suggerimento per prepararsi nelle materie di concorso, non sette atte solo a dare soluzioni per risolvere astrusi Enigmi della Sfinge del tutto scollati dalla realtà. Quanto al notariato temo sia già finito; fa sorridere una traccia testamentaria come quella quando poi conterà solo saper gestire al meglio i flussi in entrata ed uscita dello studio in modo da fare il preventivo più stracciato di tutti; e respirandolo tutti i giorni, nonostante quelle nebbie che abbiamo condiviso e ben conosciamo entrambi, lo sai perfettamente anche tu. Ma non sei il solo, il calo delle "vocazioni" è sotto gli occhi di tutti.
  28. 4 points
    Le tracce sono lineari, ma non semplici. Io mi ero ingrippato sul pegno, poi con calma o evitato la fossa(almeno credo). E' veramente brutto leggere commenti che dicono che il livello è sceso, tracce facili.............................. Perchè non ci venite voi all' ergife?, con i banchetti piccoli, l' aria consumata i minchioni a destra e a manca, i funzionari che invece di distribuire i fogli passano e devi stare attento a che non ti tocchino il braccio, ecc. Da case le tracce sono tutte più facili, qui invece un pò le cose cambiano. E fà male leggere alcuni commenti, mancanza di rispetto per chi è qui a combattere. P.s. La soluzione non esiste, devi solo evitare le buche.
  29. 4 points
    Me lo avete chiesto in tanti...non pensavo di farcela ma per fortuna.... Eccovi il mio nuovo libro di casi per l'imminente concorso notarile So che è già in libreria... quindi è disponibile! A voi come sempre ogni commento ed osservazione Grazie a tutti http://www.dikegiuridica.it/prodotti_leggi.php?id=761
  30. 4 points
  31. 4 points
    Al prossimo concorso chiederanno la disponibilità anche ai notai deceduti
  32. 4 points
    Pensiamo a superare il concorso ... Il problema del guadagno é un "posterius"
  33. 4 points
    non è importante la lunghezza ma come la usi
  34. 4 points
    Prepariamoci ad una tornata zeppa di tagliole, ancora di più il terzo giorno, quando saremo al massimo dello stremo... Perché se sbagli una problematica su cinquanta e soprattutto osi sbagliare il momento della correzione, sei una capra immeritevole e indegna, no? Manco quattordici puntate di MacGuyver da risolvere tutte insieme, tra un po'... P.S.: copriranno max 250 posti, come al solito. P.S.2: comunque se non si tenta non si vince. P.S.3: comunque la trasmutazione da capra a genio dura il tempo dell'affissione dei risultati al vetro. P.S.4: comunque su con la vita.
  35. 4 points
    confermo anche io. Un mio amico, risultato idoneo, che studiava da soli due anni, mi ha candidamente confermato di aver fatto un compito mediocre e di aver consegnato solo perchè era la prima consegna ed era curioso di vedere come correggevano. QUando ha visto il suo nome tra gli ammessi era incredulo, lui per primo non capiva come fosse possibile che candidati preparati molto più di lui non erano in quella lista e lui si. Insomma ci vuole anche (e soprattutto) fortuna. Se sei bravo prima o poi secondo me lo passi, ma se non sei bravo, hai le stesse probabilità di passarlo. Il mio consiglio è (tranne nel caso in cui il compito è palesemente incompleto) di consegnare, una volta finito nel calderone tutto può accadere. A volte nelle scuole ti spingono ad esasperare la preparazione (e ciò non è necessariamente un male) ma al primo errore ti fanno sentire una capra senza speranze e sei indotto a non consegnare perchè sai di non aver fatto il compito perfetto che alla scuola verrebbe lodato. Ma, a parte che il compito perfetto non esiste, al concorso può davvero accadere l'impensabile. In bene e in male. Compiti buoni non passano per errori inventati, compiti mediocri passano per gli stessi errori, magari non visti o tollerati. E' così, da sempre, e sempre sarà. bye
  36. 4 points
    Comunque far iniziare a consegnare i codici il giorno dopo la fine del giubileo è proprio da geni del male...senza considerare che ci potrebbe anche essere la sorpresa referendum....tenendo conto anche degli orali da finire credo che i commissari inizieranno a correggere questi compiti nella primavera 2017! Ma alla fine si sa il numero degli iscritti a questo concorso o lo dirà papa Francesco la domenica prima proprio a conclusione del giubileo?
  37. 4 points
    Faremo di tutto per regalarvi nuovi emozioni ? Confermo: la casa editrice sarà LaTribuna.
  38. 4 points
    Di nulla ... Era doveroso condividere ciò che mi era stato comunicato Siamo tutti nella stessa barca (che - come dice un amico - sta affondando)
  39. 4 points
  40. 4 points
    La notizia è che esisteun Movimento Praticanti Notai, di cui nessuno penso ha mai sentito parlare.
  41. 4 points
    Storicamente le scuole non hanno mai avuto notizie certe in anteprima!! L'unica certezza era da sempre il buon Sassoli, la cui umanità e disponibilità rimpiangiamo giornalmente!
  42. 3 points
    Io non so che risposte tu stia cercando, ma secondo me non le troverai di certo qui. Tu sei già fortunata, hai già un esempio in famiglia, cosa che la stragrande maggioranza di noi non aveva quando ha iniziato. Puoi andare in studio, toccare con mano. Non sono scelte che possono essere fatte scrivendo in un forum, anche perchè troverai tutto e il contrario di tutto. Secondo me il notariato è come un amore, ti prende di pancia, irrazionalmente(anche perchè se pensi a tutte le difficoltà che incontrerai molto probabilmente lasceresti perdere), non ti metti a tavolino a controllare costi/benefici, è quasi una vocazione. Riesci ad andare avanti solo ed esclusivamente se è una cosa che vuoi con tutte le tue forze e,purtroppo, magari non riesci nemmeno ad ottenere il grande risultato. La vera domanda che ti devi porre è, secondo me, il notariato è la mia vera passione?
  43. 3 points
    guarda che siamo a natale il 1 aprile è ancora lontano ......
  44. 3 points
    Ma come basta chiedere al grande Veggente... Per il nuovo anno, oltre al corso di sensibilità concorsuale e bella grafia, si prevede un corso di Veggenza, volto a concentrare lo studio sui soli argomenti che con certezza usciranno al concorso Scusate, ma ormai si va troppo verso il ridicolo
  45. 3 points
    Milano massima 125 dice che "bisogna valutare caso per caso" ... ora di fronte ad una traccia che ti dice che la cv è avvenuta 1 mese fà, mi sembra chiaro che la perizia dell'immobile era "necessaria", visto che la vicinanza temporale tra vendita dell'immobile alla società ed aumento di cs mediante compensazione è un forte indizio a che le due operazioni siano collegate al fine di aggirare la normativa sui conferimenti in natura
  46. 3 points
    Scusate: ma come mai ogni qualvolta la situazione diventa "calda" e foriera di polemiche, il sito di R.R. diventa inaccessibile??? Ieri si stava discutendo sul Forum delle inaccettabili discriminazioni lamentate da alcuni "genghiniani"; all'improvviso, tuttavia, il sito è diventato inaccessibile. Non è la prima volta che accade. Ricordo che anche in occasione delle polemiche montate nei gg successivi all'annullamento del concorso del 2010 si verificò lo stesso problema di accesso al sito ..........
  47. 3 points
    Sta accadendo la stessa cosa che sucesse 3-4 anni fa quando si pensa che avrebbero rinviato il concorso perché mezza Italia era sotto neve e ghiaccio. A meno che l'Ergife non presenti crepe evidenti nei nostri padiglioni vi posso assicurare che nulla farà rinviare il concorso. Quindi è inutile mettere in giro voci inutile. È un concorso nazionale e va avanti salvo reali calamità naturali che possano interessare lo svolgimento del concorso. Il terremoto dovrebbe essere a Roma sotto l'Ergife praticamente. E non è il nostro caso....
  48. 3 points
    Va beh avevo inteso che era novembre la settimana del 21...ora bisogna solo studiare con la consapevolezza {mia} che ogni concorso so sempre un Po di meno...che ovviamente la vita va avanti e quindi in questi anni ho dovuto fare anche altro dedicandosi un Po meno allo studio...questo mi dispiace ma non potevo fare altro arrivata a trenta anni...scusate lo sfogo...in bocca al lupo a tutti!!!h
  49. 3 points
    La parte teorica dovrebbe essere quanto più possibile chiara, sintetica, agevole e bilanciata. Fermo quanto detto sullo scrivere in modo semplice e chiaro, nella parte teorica si vede quanto un candidato è padrone dell'istituto che va ad esporre. Quando si illustra un argomento di parte teorica bisogna avere sempre uno schema semplice in testa: definizione, fondamento, natura giuridica, struttura e disciplina. Se la preparazione è solida qualunque argomento potrà essere affrontato senza grossi problemi; anche se l'argomento non è ben chiaro, la conoscenza dei principi generali unita ad un certo ordine mentale e qualche richiamo strategico nel codice rendono superabile qualsiasi ostacolo. La parte teorica deve essere sintetica e quindi esporre tutti gli elementi qualificanti dell'argomento senza scadere nell'eccessivo approfondimento e nella ripetizione. Agevole vuol dire che si deve leggere con facilità, deve essere ordinata e strutturata: non è bello che si vadano ad affrontare prima le questioni di dettaglio e quelle discusse se prima non si è dato almeno un inquadramento generale dell'istituto. Detto questo, possono capitare argomenti più generici o altri più specifici: ovviamente non è possibile pretendere in entrambi i casi dello stesso grado di approfondimento ed in entrambi i casi è messa alla prova la capacità del candidato. Nell'argomento specifico è valutata la preparazione pura, nel secondo la visione di insieme dell'istituto e la capacità di sintesi. Per evitare di sforare è sempre necessario darsi un tempo limite: è importante per dare il giusto spazio alla parte teorica ed evitare di arrivare "lunghi". Può accadere infatti di dilungarsi su un argomento sul quale ci si sente particolarmente ferrati con la conseguenza che si è fatto uno sproloquio di 6-7 pagine su un punto di parte teorica perdendoci un'ora o forse più con ancora altri tre punti da trattare. Quando dico che la parte teorica deve essere bilanciata mi riferisco al fatto che non ci deve essere nessuna differenza abissale tra un argomento e l'altro per cui occorre allenarsi a cercare di allungare dove si sa di meno e cercare di stringere dove si sa di più. In questo modo si allenano sia la capacità di sintesi, sia la scrittura. Qualche suggerimento più pratico. In linea di principio si usa un foglio per ogni punto di parte teorica titolando all'inizio: se poi ci si accorge di aver scritto delle castronerie o si è tralasciato un punto importante si può sempre riscrivere il foglio o aggiungere quello che serve. E così se, ad esempio, la traccia chiede di parlare della delegazione, della comunione legale e della cambiale ipotecaria verranno usati tre fogli, uno per ogni argomento. In genere le scuole suggeriscono di non esagerare con la parte teorica, normalmente due facciate scritte bene sono più che sufficienti; non si tratta di fare i furbetti, ma di gestire in modo efficiente tempi e risorse. Scrivere di più è un rischio: se ci si riesce perchè si scrive veloci e si è preparati bene, altrimenti no. Tenete conto che comunque c'è gente che scrive in dimensioni microscopiche e altri che invece scrivono enorme quindi il discorso su quanto deve essere lunga una parte teorica lascia un po' il tempo che trova. Io lasciavo dei margini anche nella parte teorica; sembra che vuoi mangiare spazio ma va detto che il compito esce visivamente molto più ordinato quindi ok ai margini. Ovviamente vanno curate la correttezza grammaticale ma anche l'esposizione e quindi: - evitare quanto più possibile espressioni bambinesche tipo "la fusione è quando due società si uniscono in una sola". Meglio: "la fusione è un procedimento finalizzato all'unificazione di più strutture societarie"; - niente toni ironici o sarcastici: si tratta del concorso notarile, non del cabaret o di un programma di satira. Il tono deve essere quanto più possibile quello neutro e asciutto di una trattazione scientifica che si rispetti. Meglio evitare di scrivere in prima persona e ancora peggio in terza persona (es. "a parere di chi scrive..."), la prima sembra troppo confidenziale, la terza troppo supponente; - niente critiche dirette alla dottrina, alla giurisprudenza o al legislatore. Se si intende esporre una critica si dirà che la tesi o la scelta legislativa è stata criticata da un diverso orientamento perchè... Però due avvertimenti. Uno: assicuratevi di ricordarvi bene la critica che andate ad esporre. Due: ricordarsi sempre di essere neutri quando si trattano le varie tesi per cui in linea di massima non vi sono tesi preferibili e tesi da scartare. La scelta sulle tesi alle quali aderire si fa in motivazione. Se non si è sicuri di ricordare bene una teoria o un'obiezione è preferibile esporsi in modo dubitativo con locuzioni tipo "si potrebbe ritenere che..." o simili. La parafrasi del codice si fa solo se veramente non si sa che pesci pigliare; cioè proprio nei casi di buio totale. Per quanto attiene la citazione di dottrina e giurisprudenza io personalmente non la facevo a meno che non si trattasse di una Cassazione a Sezioni Unite molto famosa. Fuori da quei casi, anche quando ero sicuro di ricordare le date e gli estremi preferivo non metterli perchè temevo sempre di sbagliare qualche numero col rischio di voler sembrare sborone e di fare la figura del fesso e anche perchè non mi piaceva che in un punto di parte teorica ci fossero dottrine e giurisprudenze a profusione e in un altro neanche un richiamo.
  50. 3 points
    Io onestamente non ti consiglio di leggerti subito otto volte la traccia. Per quanto mi riguarda il mio modo di operare era questo: - appena finita la rilettura della traccia da parte del Presidente partivo a razzo con la parte teorica. Partire a razzo intendo proprio partire a razzo: manco mi leggevo la traccia. Così, finita la parte teorica, alla quale non dedicavo più di 2 ore, potevo concentrarmi serenamente sull'atto. Personalmente potevo concentrarmi meglio sull'atto sapendo di avere la parte teorica "in saccoccia". Il discorso cambia leggermente se la traccia ti chiede di parlare degli "istituti giuridici attinenti alla traccia" o le "problematiche di maggior rilievo relative al caso proposto". In tale ipotesi leggiti velocemente la traccia, in genere un paio di argomenti di sicura attinenza li trovi subito. Per gli altri, aspetta a quando le cose in aula sono più definite. Per farti un esempio, nell'ultimo caso inter vivos del concorso moltissimi hanno parlato del contratto a favore di terzo perchè nella traccia c'era una stipulazione a favore di terzo; - finito il tempo da dedicare alla traccia scrivevo subito la parte formale dell'atto. Ad esempio, nell'atto inter vivos di quest'ultimo concorso anche se non sapevi la soluzione potevi scrivere già comparsa e premessa che erano belle lunghe. Se hai dubbi (es. non sai se costituire un comparente, non sai se un documento va allegato...) lascia 4 o 5 righe in bianco o quante ritieni utile lasciarne: se dopo un po' di tempo devi inserire un periodo potrai metterlo nelle righe bianche ed evitare di metterlo in postilla che è sempre brutto e rischioso; - a questo punto iniziavo ad imbastire il contenuto negoziale dell'atto vero e proprio. Il confronto con qualcuno è essenziale, ormai gli atti sono diventati talmente intricati che non è possibile vedere tutti i problemi da soli. Quando sai come fare una cosa, scrivila subito! Il tempo è tiranno al concorso. Non mi stancherò mai di dirlo ma al concorso premiano chiarezza, semplicità e sintesi. Non cercare il "bello stile", non cercare il "colpo d'ala", non complicare le cose semplici, non indulgere in esposizioni inutili. Tra un compito decente ma scritto in modo semplice e uno anche migliore scritto male è il primo che viene premiato; - in genere dopo 5 ore e mezza o 6 avevo quasi finito l'atto, a parte qualche buco su dubbi di second'ordine. Quasi finito significa che l'atto è completo da Repertorio e Raccolta a "consta l'atto" ma ci sono gruppetti di righe bianche sparse qua e là per via di alcune questioni irrisolte. A questo punto potevo attaccare con la motivazione, che facevo con una certa rapidità perchè basta leggere l'atto per capire quali sono i punti da motivare. Un'ora dovrebbe essere più che sufficiente; ovviamente le parti rimaste dubbie erano quelle che motivavo per ultime. Terminata la motivazione tiravo un sospirone di sollievo: tutto era fatto, bisognava solo evitare di mandare tutto a puttane; - l'ultima parte era dedicata alla soluzione delle questioni dubbie; alla spunta (cioè controllare se nell'atto c'era tutto e correggere eventuali dimenticanze); alla riscrittura di eventuali pagine con troppe postille che magari rendevano difficile la lettura e poi ad un'altra spunta perchè non si sa mai. In genere a questo punto mancavano 10 minuti alla scadenza delle 8 ore. Premesso che quanto ti ho detto era il mio personale modo di procedere, tieni conto che devi trovare il metodo col quale ti trovi meglio. Tieni inoltre conto che per fare come ti ho scritto sopra devi avere una resistenza e una preparazione solide. Non puoi partire a razzo sulla parte teorica se non hai una preparazione valida e ordinata; aiutati con richiami normativi sul codice che al concorso servono come l'acqua nel deserto. Non puoi scrivere praticamente per 7 ore ininterrotte se non hai una mano più che allenata alla scrittura. Se dopo 4 ore sei stanco significa che hai bisogno di allenamento, anche per me è stato così. Inoltre, se, quando fai una traccia, ti viene una sensazione di "vuoto" o di "smarrimento" e ti sembra che devi procedere a tentoni, significa che devi studiare di più. In bocca al lupo