Vai al contenuto

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 17/07/2019 in all areas

  1. 4 points
    Ragazzi io forse per miracolo (non perché sono poco preparato ma perché non sono raccomandato) forse un giorno lo passo anche sto concorso, ma sto godendo comunque se gli tolgono ste competenze :D, ho visto sentito ed assaporato troppa merda ...
  2. 2 points
    Più che altro, se non innalzavi il limite, il concorso avrebbe avuto una vita di 7/8 anni al massimo!! La categoria "praticanti" si sarebbe oggettivamente estinta! Ma quella delle 5 consegne resta una soluzione temporanea per tamponare, nulla più!
  3. 2 points
    Ragazzi, sto cercando di reperire informazioni al riguardo. Appena riesco a capirci qualcosa (mi sono state riferite diverse cose per lo più contrastanti tra loro ) e avrò un minimo di certezza, riporto tutto in questo topic!
  4. 2 points
    Gianluca secondo me puoi dormire sonni tranquilli. La Cassazione commina la nullità del contratto solo nel caso in cui l'opera sia realizzata in mancanza (o in difformità) del titolo abilitativo, non impone - invece - una menzione obbligatoria in atto dello stesso (che è non prevista da alcuna norma). Diversamente opinando, dovremmo ritenere che non si potrebbe stipulare un contratto d'appalto senza prima aver ottenuto il permesso di costruire: non avrebbe senso ed evidentemente la S.C. non si spinge a dire tanto.
  5. 2 points
    a tutti quei culattoni / schiavi che hanno reso servigi di ogni genere a coloro che hanno rovinato il concorso, ora correggete sta traccia " La sparizione del Notariato ; tratti il candidato della sparizione espressa e della sparizione tacita soffermandosi sugli elementi comuni e differenziali "
  6. 2 points
    Driiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiinnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn squilla il telefono !!!!!!! Ciao , sono la Sig.ra UE , chiamo dall ' Unione Europea. Ti ricordi di me ???? Ricordi del ddl concorrenza ???? Ricordi degli impegni presi verso il Governo????' Ricordi dei tanti ragazzi che hai indotto a confidare ragionevolmente circa la copertura di tutte le sedi vacanti????' Beh ora sappi che con la Direttiva te l' abbiamo messo finalmente dritto dritto nel culo !!!!!! Complimenti !!!!! Quanto alla Felpina, per ora tieni la precedente, visto che tra breve recapiteremo a te e a tutti i disperati dei tuoi colleghi un bel Felpone con scritto " Rottamastaminchia". Di nuovo complimenti.!!!! MA SOPRATTUTTO RICORDATI DI NON CACARTI SOTTO QUANDO ENTRERA' IN VIGORE LA PREDETTA DIRETTIVA COSI' COME FECERO I TUOI COLLEGHI NELLA PRIMAVERA 2015 anche perché è solo l' inizio !!!!!!!!
  7. 2 points
    societario se ne va e si pensa alla calligrafia
  8. 2 points
    LA DIRETTIVA UE VUOLE ESSERE UN TRIBUTO PER TUTTI I RAGAZZI BOCCIATI IMMERITATAMENTE ALL' ULTIMO CONCORSO
  9. 1 point
    Federico, perdonami...non so in quale mondo tu viva, ma le cose sono molto più simili a come le descrive Thomas. Anche io lavoro in zona Milano (in provincia) e conosco molto bene la realtà dei piccoli studio (lavoro da 18 anni, non da due giorni). Ho visto i periodi "felici" e ho vissuto (sto vivendo) la crisi fin dal suo nascere. Certo i grandi numeri fanno impressione, ma sono riferiti a ben pochi studi, tutti concentrati in città. Al di là di questi pochi studi, gli altri Notai o accettano di lavorare per delle cifre ormai sempre più al ribasso (dalle mie parti si arriva a fare vendita e mutuo per 1.500,00 euro di onorario compresa IVA), oppure sei uno di quelli che si adatta a soddisfare le "richieste" delle agenzie; se non vuoi fare nessuna di queste cose allora stai a guardare gli altri. Se poi non vuoi vedere la realtà, allora non insisto.
  10. 1 point
    Normalmente si svolgono prima alcuni accertamenti, comunque nella pendenza del termine per la redazione dell'inventario l'erede deve svolgere le opportune indagini bancarie e poi anche presso agenzia delle entrate. Dopodiché sarà lui a dover rendere la dichiarazione nell'inventario per quanto da lui conosciuto.
  11. 1 point
    Secondo me, invece, il notariato ha fatto harakiri anche in questo concorso: Facendo passare atti nulli Bocciando altri per il nulla Tu vuoi solo limitare l'accesso pensando di poter guadagnare ma la concorrenza ora non ti arriva più solo dai notai ma anche da avvocati, commercialisti, banche, crisi economica, tecnologia
  12. 1 point
    E' semplice, caro Ferrari. Il Notariato è già in crisi: lo dicono i numeri oggettivi (il 75% ha un reddito lordi minore di 70.000 euro all'anno) e il crollo dei praticanti (in alcuni distretto, c'è un crollo del 70% del praticanti) è indicativo del fatto che la professione, specialmente sotto il profilo economico, non attrae più. L'Italia ha un tessuto formato da piccole e medie imprese: molte di loro, la maggioranza, ha la forma giuridica dell s.r.l. Ciò vuol dire che, con la facoltà di costituire la s.r.l. in forma digitale e senza la classica modalità di costituzione per notaio, molti notai perderanno altre forme di reddito. Resta il mercato immobiliare: ma qui, salvi pochi studi notarili (a Milano, circa 10) che hanno in mano l'80% del mercato immobiliare, gli altri si spartiscono le briciole. Alla fine il notaio è, già oggi, una professione che, quantomeno dal punto di vista economico, è la PALLIDA COPIA di ciò che era 10 anni fa. Sopravviveranno (e bene) pochi studi notarili: quelli volgarmente detti "attifici", che sono organizzati in forma di impresa e che compensano le tariffe basse con l'alto volume: si fattura poco per ogni pratica e si fanno i soldi con il maggior numero di atti. Il tutto, ovviamente, tenendo conto che sul mercato immobiliare potrebbe incidere, in parte, anche il sistema della blockchain. P.s. Ferrari, stiamo parlando di cose incontestabili. Scusa la banalità dell'osservazione: se nessuno più vuole fare questa professione (a Milano, la realtà più favorevole al notariato, il calo dei praticanti è comunque quasi del 40%), ciò è perché questa professione,d al punto di vista economico, NON attrae più. Inutile girarci attorno: i neo laureati ragionano in modo "basico", se vedono che il percorso è lungo, costoso e aleatorio ed il risultato è, in relazione agli sforzi, poco appagante, si allontanano da questa professione e cercano altro. Ma qualcuno, suu questo Forum, si è mai chiesto perché è stato alzato il limite delle consegne (da 3 a 5)? Ve lo spiego io, se non ci arrivate .... perché questa professione ha poco futuro e c'è stato un crollo dei praticanti, dettato dalle suesposte ragioni, talmente rilevante che si è reso necessario "ripescare" i meno giovani per tentare di dare una parvenza di serietà a questo concorso ...
  13. 1 point
  14. 1 point
    Penso che Nikky abbia ragione: nel ripasso prima del conc, il 'Vate' aveva fatto una ricognizione delle principali sent di Cass, citando proprio quella sulla nullità' del contr d'app, dicendo esattamente la stessa cosa.e ne eto dimenticato, chiedo venia.
  15. 1 point
  16. 1 point
    Buongiorno, grazie infinite per la risposta e per gli spunti di riflessione. Purtroppo lo studio che sto cercando è un altro. Si tratta di "Condominio casi e questioni di interesse notarile", Studio del CNN 19/12/2015; è il Focus 7/2015. Un caro saluto, Nicola
  17. 1 point
    Ciao Gaia ti mando un messaggio in privato
  18. 1 point
    non so se ho capito bene la domanda, ma la norma che tratta dell'accrescimento nella successione legittima è il 522 cc. La norma parla di accrescimento ma è discusso in realtà se si tratti di un accrescimento in senso tecnico o di un ricalcolo delle quote. Il problema si pone in presenza di diverse categorie di successibili; se è un accrescimento in senso tecnico, dovrebbe andare a beneficio della categoria; se è ricalcolo, va a beneficio di tutti i chiamati. non ho testi sottomano, ma ad esempio se chiamati ex lege sono coniuge e due figli, teoricamente il coniuge è chiamato per 1/3 e i figli per i restanti 2/3 in parti uguali. se uno dei due figli rinuncia, se opera accrescimento in senso tecnico l'altro figlio ha diritto a 2/3 e il coniuge sempre a 1/3. se è ricalcolo, coniuge e figlio avrebbero diritto a 1/2 e 1/2 (v. 581 cc.). ripeto non ho testi sottomano quindi verifica ma se non ricordo male queste erano le letture più accreditate. ciao
  19. 1 point
    devono stare tranquilli perché conoscono a memoria tutte le teorie sulla Cautela Sociniana ; non hanno di che temere !!!!!!!!!!!
  20. 1 point
    Nel mentre i commercialisti sulle reti Mediaset hanno iniziato a far trasmettere una bella pubblicità che ricorda quanto sono importanti. E i notai? La strategia di stare zitti zitti anche per non far sapere/conoscere esattamente cosa fa e quindi quanto guadagnerà mi sembra che non abbia funzionato.
  21. 1 point
    Quello di cui si sta parlando in questo tavolo tecnico è un segreto di stato. Su questo forum le cose interessanti non vengono più condivise da tempo. Il nostro caro Giorgio è purtroppo un lontano ricordo. Bel ricordo.
  22. 1 point
    un abbraccio!! con stima gaia
  23. 1 point
    in bocca al lupo gaia1978 per tutto
  24. 1 point
    questa mi mancava! dopo i corsi per orali, per tributario, per adempimenti, per cazzi&mazzi anche quello per la calligrafia! MI-TI-CO E' un genio del marketing! A quando il corso per trovare una buona raccomandazione?
  25. 1 point
    Ti assicuro che le disgrazie nella vita sono altre ... e cmq per me passano: i geni e/o ultrapreparati (pochissimi), i raccomandati e chi ha una bella botta di culo. Io spero di rientrare in questa terza categoria e sarò felice di competere anche con avvocati e commercialisti nel societario, vediamo poi il cliente da chi si rivolge...
  26. 1 point
    Ma nel 2022 il notariato avrà ancora qualche riserva di competenze?
  27. 1 point
    E' anche per colpa di questi figli di papà, esperti dell'aperitivo, misteriosamente/miracolosamente dichiarati idonei, alcuni anche con atti che sarebbero stati nulli, che il notariato in questi anni si è fatto una serie incredibile di autogoal
  28. 1 point
    Il concorso è veramente ridotto a un teatrino pietoso... una maratona di tre giorni con tracce assurde (per i privi di raccomandazione ovviamente).. forse molto presto anche quelle mummie fuori dal tempo del cnn si scontreranno con la realtà di un mondo che è cambiato.. pretendere di mantenere il monopolio su prestazioni professionali espletabili da chiunque sappia accendere un computer e il cui valore aggiunto non è percepito da nessuno (manco da loro, salvo che al momento di intascare la grana), è pretesa patetica
  29. 1 point
    VOGLIONO SEMPRE FREGARE SOLDI SULLE SPERANZE DEI GIOVANI LAUREATI
  30. 1 point
    Non giriamoci in torno, arriva dall'U.E. e fare lobby in U.E. per il notariato è assai difficile! Buona fetta di diritto societario è andata o meglio è in concorrenza con altri professionisti! Rimarrà la competenza esclusiva per societario solo dove ci sono conferimenti in natura ed altre operazioni marginali rispetto a costituzioni e liquidazioni S.r.l. L'ulteriore domanda è: vista la blockchain quanto tempo ci vorrà prima che prevedano moduli online, almeno per i casi di semplice vendita immobiliare, anche per i trasferimenti immobiliari? Non tanto. Tempo 5 anni. Già fra 2 anni la botta per societario sarà tremenda. Di certo è che societario se ne è quasi andato e con esso se ne andrà il 20% del reddito, sarà quindi guerra di prezzo per accaparrarsi i clienti per l'immobiliare...
  31. 1 point
    ormai i libri di genghini sulle Società li uso come appoggio dei barattoli dei miei peperoni sott'olio che conservo in dispensa
  32. 1 point
    e ma c'è chi non vuol vedere la realtà e poi ci sono quelli che si vendicano sui praticanti (vedi ultimo concorso), perché la concorrenza è tra fratelli.... non è invece che vien da fuori!!!!!!!!!!!!! miopi ed orbi
  33. 1 point
    infatti è alternativa ; ci si adegua all'era della digitalizzazione
  34. 1 point
    Secondo me : Moglie : legato di usufrutto universale . Esiste un enorme dibattito dottrinale in merito alla qualificazione di tale disposizione in termini di legato o eredità così come posizioni giurisprudenziali contrapposte . In qualunque dei due modi la qualifichi l'importante è motivare . Nel caso di specie la volontà del testatore mi sembra più aderente ad un legato che ad una quota di eredità . Primo e secondo : eredi universali e a loro attribuisce la nuda proprietà per un mezzo ciascuno del suo intero patrimonio . Terzo : legato in sostituzione di legittima del diritto a pretendere dai miei eredi la liquidazione della quota di legittima di sua spettanza . Terzo non riceve infatti una quota di eredità direttamente dal testatore , ma soltanto il diritto a pretendere un pari valore dagli eredi che lo liquidano ... il fatto che a terzo non venga attribuito nulla direttamente ma soltanto con efficacia obbigatoria ( deve recuperare la legittima dagli eredi ) A mio avviso qualifica un peso sulla legittima , vietato . Pertanto unico modo è il 551
  35. 1 point
    Penso che, chi più chi meno, conosciamo tutti almeno una o due persone che non erano proprio brillantissime nello studio, ma hanno comunque vinto il concorso; così come tutti conosciamo persone stra-meritevoli che per vari motivi non ce l'hanno fatta. Che questo poi voglia dire che qualcosa è andato storto, beh senza prove certe si possono fare solo illazioni e battutine da bar. Sta di fatto che se veramente c'è del marcio è necessario che chi ne ha le prove, denunci e scoperchi questo vaso di Pandora. Personalmente, ma penso come me tanti altri, non mi va di andare a Roma a farmi prendere in giro se già a tavolino si sa chi ha vinto. Preferisco battermi ad armi pari e perdere perché non abbastanza preparata, ma farlo sempre e comunque con dignità e correttezza.
  36. 1 point
    Il trust non funziona secondo me. Potrebbe con un testamento legare la casa al canile o altra associazione avente come scopo la cura dei cani, con l'onere di provvedere alla cura e al mantenimento dei cani.
  37. 1 point
    Le sostituzioni a catena possono avere un senso solo se i beni di cui si é disposto coprono tutto l'asse. Se ci sono beni residui, il padre é erede ex lege. Legati alla moglie, pretermissione del figlio e diseredazione del padre é la soluzione per LORO preferibile.
  38. 1 point
    Giustissimo.... Invidio le tue certezze ... che io con qualche anno in più non ho. Se la traccia spende mezza pagina a parlare di Filano fare finta che non ci fosse non è semplificare.... è ignorare una richiesta che andava accolta con gli opportuni accorgimenti.. In questi anni ho imparato che se tutti intorno a me sembrano matti .... non lo sono .. sono io che non ho capito il problema.... Tra l'altro una soluzione come la tua, ipotizzando x assurdo che sia giusta , come le altre d'altronde, se isolata e non presa x buona da neanche il 10 % dell'aula se fossi un commissario ci penserei su.... Il prolema del tempo al concorso è un problema di tutti .... bisogna scrivere direttamente in bella e cercare di avere una grande capacità riassuntiva in parte teorica e motivazionale.... eliminare dall'atto tutto il superfluo e prolisso . É questo che a volte fa la differenza anche sulla scelta di soluzioni identiche E x quanto uno ce la metta tutta è difficilissimo stendere un atto "IMPECCABILE". In ogni caso ti auguro come auguro a tutti di passare il concorso... 🤞🤞🤞 x tutti i partecipanti
  39. 1 point
    Gli strumenti per fare diseredazione del padre ci sono ... E, se la traccia lo chiede, si fa ... Del resto, la pappardella sui "comportamenti anaffettivi e di abbandono" a qualcosa doveva servire ... Se non la si fa, bisogna aderire alla tesi restrittiva in merito all'art. 448-bis É questione di prospettiva
  40. 1 point
    Condivido ... Quanto al padre, potevi richiamare ad abundantiam la tesi che ammette la diseredazione dell'ascendente ai sensi dell'art. 448-bis., a prescindere da una pronunzia di decadenza. Mi riferisco all'opinione di M. Sesta, per il quale, ai fini della disposizione destitutiva, sono sufficienti comportamenti tali da integrare una violazione dei doveri familiari e, dunque, un illecito ex art. 2043 c.c.. (Ho sempre ritenuto la tesi restrittiva una follia, perché finisce per circoscrivere la norma a due ipotesi, che non sono riconducibili all'art. 463 n. 3- bis: La condanna all'ergastolo e l'infibulazione ... Assurdo!) In tal caso, ci si "proteggeva" anche dalla malagurata ipotesi che il genitore acquisti la qualifica di legittimario, a seguito del mancato consenso del figlio al riconoscimento
  41. 1 point
    Ho controllato la norma ... É giusto ciò che dici
  42. 1 point
    Salvo ritenere applicabile l'art. 537 bis cpp (entrato in vigore il 16 febbraio 2018, introdotto contestualmente all'introduzione dell'art. 463 bis cc) che stabilisce che il giudice penale che pronunzia sentenza di condanna per uno dei fatti dell'art 463 cc pronunzia contestualmente anche l'indegnità a succedere. La traccia diceva che era già stato condannato, ma non chiariva quando, quindi si poteva eventualmente presupporre dopo il 16 febbraio 2018. Per il figlio probabilmente entrambe le soluzioni andavano bene. L'unica soluzione più rischiosa, probabilmente, era il riconoscimento seguito dalla diseredazione.
  43. 1 point
    I commissari, al momento della consegna dell'ultimo elaborato, hanno detto di aver pensato a due soluzioni, quanto alla società di arrivo. Non hanno dichiarato expressis verbis quali siano ... Ma é facile arrivarci
  44. 1 point
    se hai fatto l'institutio, non é detto che hai "coperto" tutto l'asse: per i beni non contemplati, dunque, vi sarebbe comunque margine per l'apertura della successione ex lege. La traccia non dice che i beni assegnati esauriscono il patrimonio del de cuius... Alla fine, c'è il rischio di tornare alla stessa situazione di un testamento fatto di soli legati
  45. 1 point
    Esatto! È comunque sul punto ormai prevale la tesi dell'apponibilità del peso, essendo il legato in conto rinunciabile e mantenendo il legittimario il diritto di agire in riduzione!
  46. 1 point
    il coniuge è erede ex lege ... Bastava spostare i pesi sulla disponibile
  47. 1 point
    una istituzione senza predeterminazione di quote ... Ok ... Il 734 é un meccanismo divisionale: presuppone una pluralità di soggetti (Amadio) ... Solo che il concetto di erede non emergeva in nessun luogo dalla traccia ... Quindi, ho preferito attenermi alla banale equazione beni determinati=legato ... Tanto la moglie é comunque erede ex lege ... Poi avrò sbagliato, ma lì così sentivo di fare
  48. 1 point
    Semplicemente avranno fatto atti semplici, senza dilungarsi in motivazione e parte teorica, non credo la commissione Gradisca atti lunghi e difficili da leggere.
  49. 1 point
    Anch'io propenderei per la seconda ipotesi: prevale la rappresentazione sull'accrescimento. Secondo me, l'appiglio testuale lo trovi nell'art. 522 cod. civ. che, regolando il diritto di accrescimento nelle successioni legittime, fa salvo il diritto di rappresentazione. Il nipote ex fratre potrà, dunque, rinunciare all'eredità con subentro di suo figlio in luogo di lui, per rappresentazione. Saluti!
  50. 1 point
    Anche secondo me è così, e quindi quoto Tank, Marco79 ed Emilio (la dottrina ci conforta, ma in questo caso non è strettamente necessaria...) Nella successione legittima, infatti, il nipote ex filio o ex fratre è sempre a sua volta rappresentante (rispettivamente, del figlio o del fratello, eventualmente premorti), e quindi può diventare a propria volta rappresentato, in favore dei propri discendenti, atteso che la rappresentazione opera in infinito. Nel caso di specie, Mevio è rappresentante del terzo fratello, premorto a Primo, e Mevia è a sua volta rappresentante di Mevio, anch'egli premorto. Operando la rappresentazione all'infinito, in definitiva, Mevia succederà a Primo per rappresentazione. E' salva l'ipotesi, suggerita da Ceralacca, che Mevia sia stata concepita (o, comunque, sia nata) dopo l'apertura della successione di Primo: in tal caso, come sostenuto da Ferri e dalla più recente giurisprudenza della Cassazione, la medesima non succederà per rappresentazione, in quanto i requisiti di capacità a succedere in capo al rappresentante devono sussistere al momento della morte del de cuius, sia per il carattere retroattivo dell'accettazione, incompatibile con un periodo di "vacanza" dell'eredità tra la morte e la nascita dell'erede (Ferri) sia per la natura della chiamata del rappresentante, che è legale, con applicazione dell'art. 462 primo comma cod. civ. (così la Cassazione).
×
×
  • Crea Nuovo...