Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 18/04/2017 in all areas

  1. 3 likes
    4)) cominciate a comprendere cosa significa vivere in un sistema a concorrenza reale 5) abbandonare l'ego del so tutto io, perché c'è sempre qualcuno che ne sa più di voi ... !
  2. 2 likes
    Niente contro il signor Mattera o chiuque altro ma mi permetto di due cose dopo le cavolate che leggo da anni (ripeto da anni), avendo iniziato questa "carriera concorsuale" da ormai qualche anno: 1) dopo ogni concorso dalle scuole arrivano voci di bandi a brevissimo. Perchè? Forse perchè nessuno (che non sia alle prime armi) si iscriverebbe a un corso dopo un concorso sapendo che bisogna aspettare almeno 1 anno per il bando? Mi sembra tanto l'effetto che si ha quando si prenota un hotel su booking e il sito ti dice che hanno appena prenotato 4 camere in quelle date. L'effetto ansia sale. La verità è i concorsi si hanno a circa 18 mesi di distanza media l'uno dall'altro (tranne l'anno, mi sembra 2012, dei due concorsi febbraio e novembre) 2) troppa gente parla ma mai cita le fonti. Io ho frequentato tante scuole, notai, e ho amici che lavorano e frequentano altri notai, ministeri ecc. Chi vive il mondo notarile da qualche anno ne sente di voci ma alla fine quante sono vere e quante aria fritta. Io mi sono abituato a fare due cose: chiedere sempre prima chi l'ha detto e usare la mia testa perchè certe cose sono cavolate atomiche (vedasi la storia del rinvio dello scorso concorso entro 1 mese dagli scritti per un fantomatico articolo nel bando. Mi è bastato cercare il bando precedente in rete e scoprire che in tutti i bandi vi era lo stesso inciso).
  3. 2 likes
    Sottoscrivo quanto detto da Giovanni. Qui si credono tutti dei Padreterni ... Beati loro: io, invece, ho tremila ripensamenti in merito ad ogni questione che mi si pone (per non parlare di quelle concorsuali) ... É sbagliato credere di sapere tutto, ma, a volte, invidio le persone che hanno un simile atteggiamento: almeno vivono bene e tranquilli
  4. 2 likes
    Dipende che esperienze hai fatto fino ai 30 32 anni...se hai solo studiato sei fottuto
  5. 2 likes
    Il triveneto parla delle denominazione sociale in generale (QUINDI PENSO APPLICABILE ANCHE ALLE società di persone): C.A.1 - (SIGLE E DENOMINAZIONI PLURIME - 1° pubbl. 9/04) È possibile indicare nello statuto la denominazione per esteso e la relativa sigla. Non è invece possibile indicare più denominazioni o sigle alternative. Quindi la sigla sarebbe lecita. Però è strana la abbreviazione che nel cosa in esame serve a poco, forse solo a non mostrare al pubblico il nome di Tizio
  6. 1 like
    Alex Milano sottoscrivo tutto. Ormai siamo rimasti in pochi! Dal 2009 quante cose cambiate. Che amarezza
  7. 1 like
    Sì, ma adesso non vi è più la tariffa e comunque quando esisteva, la tendenza, almeno negli ultimi anni, era proprio quella di chiedere meno (già si iniziava con la sottotariffazione .....). Comunque, l'immagine romantica non è quella di questo notaio, ma quella del cliente che offre soldi oltre la tariffa........
  8. 1 like
    Riferimento (scherzoso) all'opera La Valchiria di Wagner e al mito dei Nibelunghi, dove la figlia Notariato è Brunilde e il padre Ordinamento è Odino (Wotan), l'eroe è l'aspirante notaio (che poi sarà Sigfrido)
  9. 1 like
    Come formulario ti consiglio lo storico Lovato-Avanzini Almeno io ho fatto così
  10. 1 like
    un libro sulla forma (anzi, il Libro) a memoria; 2 casi settimanali svolti (almeno) con atto e motivazione (la p.t. la puoi tralasciare, a meno che non hai bisogno di esercitarti nello scrivere); Gazzoni e collana Capozzi per i.v.; Capozzi per successioni; Campobasso (vol 2) e Ferrucci-Ferrentino (collana Capozzi) per societario. Poi col tempo passerai a leggere di tutto e di più.
  11. 1 like
    Valchiria, se ti serve qualche materiale( articolo rivista, studio cnn) contattami pure per messaggio privato. Non avrò tutto, ma dopo qualche anno ogni praticante che si rispetti raccoglie una considerevole mole di saggi vari, escludendo i testi che ormai ... Resto dell'idea che sarebbe meglio che ti dedicassi ad altro per il tuo bene, ma sei grandicello e non hai bisogno di essere troppo tutelato. In bocca al lupo
  12. 1 like
    Un mio personalissimo consiglio. Eliminerei qualche testo dalla colonna "pratica". E' sufficiente un testo sulla forma degli atti notarili (Santarcangelo è OK, o al massimo quello di Genghini) e poi tanto tanto tanto tantissimo esercizio pratico (e quindi libri di casi se non segui una scuola). E inserirei qualcos'altro nella parte "TEORICA", ad esempio il classico CAPOZZI per le successioni (i due volumi per intenderci) e almeno "IL CONTRATTO" della Diener. Questo per iniziare, poi magari farei altri approfondimenti sul diritto commerciale ed eviterei di soffermarmi sul diritto internazionale. In bocca al lupo!
  13. 1 like
    Fare come dice Rizzi (pechè ciò dice la legge), dette indicazioni vanno riportate a pena di nullità per la dichiarazione di silenzio assenso; si può evitare, in base all'art. 2 comma 58 (terzo periodo) legge 662/1996, di riportare l'indicazione di versamenti e oblazione solo qualora si citino gli estremi di un precedente atto pub­blico che riporti questi dati
  14. 1 like
    La Cassazione legge bene l'art. 1757 che io non ricordavo (e Groovy legge bene la Cassazione); nel mio primo intervento "presumevo" bene, per poi "correggermi" male, riportando un mio frettoloso appunto di commento (fuorviante) altrui. Da una parte, la riflessione mi ha indotto nel giusto, dall'altra mi rimprovero di non aver subito guardato il codice (art. 1757) - come sempre si deve fare - e di non aver analizzato direttamente la fonte (Cassazione) fidandomi di commenti altrui, come non si deve fare.
  15. 1 like
    per me la forma abbreviata è sempre ammissibile, purchè rispetti i requisiti della ragione sociale completa. Quindi nella sas la forma abbreviata deve contenere il nome di almeno uno dei soci accomandatari e l'indicazione di società in accomandita semplice.
  16. 1 like
    Questo è un consiglio da osservare a prescindere
  17. 1 like
    se é stata utilizzata per oneroso