Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 22/05/2017 in all areas

  1. 2 likes
    Non è proprio così... Quando tolgono il numero assegnato all'inizio, per procedere al raggruppamento in una unica busta, il nuovo numero da assegnarsi avviene DOPO CHE LE NUOVE BUSTE ( contenenti ciascuna i 3 elaborati ) sono state mischiate. Per cui è improbabile ciò che dici. E comunque parliamo di una operazione che avviene pubblicament
  2. 1 like
    Si trattava dell'originario art. 6 della L.N. che fu abrogato nel 1994; in Italia vi erano alcune persone che erano state autorizzate all'esercizio delle funzioni notarili (già negli anni Sessanta (alcuni me li ricordo ancora che, seppur pochi, hanno esercitato anche negli anni Ottanta), per tutti l'autorizzazione fu revocata nel 1994. Quindi alludevo al fatto che potesse essere riproposta questa norma, in casi eccezionali: "Nelle isole dove non esista alcun notaio, nei comuni o nelle frazioni di comune, sprovvisti di notaio e che per le condizioni topografiche o di viabilità non possono agevolmente, anche solo per certi periodi dell'anno, comunicare con i luoghi viciniori provvisti di notaio, potrà essere autorizzato temporaneamente a esercitare le funzioni un aspirante al notariato o, in difetto, il cancelliere della pretura o il podestà o il segretario comunale o altro tra i funzionarî o i privati residenti nel luogo, che sia reputato di sufficiente idoneità. " La provvisiorietà significava anche diversi anni .... l'idoneità lasciava il tempo che trovava Come vedi vi è anche un riferimento all'aspirante notaio ..... ma il passo all'avvocato è breve
  3. 1 like
    Sarebbe da stupidi favorire un'altra categoria e lasciare fuori chi ha fatto la pratica notarile, studiato tanto per il concorso e che non può più partecipare solo per un assurdo e inutile limite...facciamo diventare notai gli avvocati.. e quelli che si sono dedicati da sempre al notariato?? Pazzesco....
  4. 1 like
    Ciao a tutti! Sono Marta, mi sono appena iscritta al forum e ho DISPERATAMENTE bisogno del vostro prezioso aiuto. Mi sono appena laureata e vorrei sapere cosa fare per prepararmi al meglio per il concorso notarile. Oltre a trovarmi un notaio dove fare pratica, cosa mi consigliate di fare in attesa dei corsi di settembre? Esiste una scuola estiva? Altrimenti, su quali manuali potrei buttarmi? Vorrei riproporre la "dibattutissima" questione sulla scuola migliore da frequentare, ma, dopo aver letto diverse discussioni a riguardo, ho capito che una risposta giusta, assoluta non c'è e che devo trovare quella più adatta a me ed alle mie esigenze. Ma un dubbio mi rimane: la scuola del notaio Palazzi, che voi sappiate, non si può frequentare da casa, come è possibile fare, invece, con Genghini e Viaggiani? Mi chiedevo, inoltre, cosa accada dopo i 18 mesi di pratica: si continua a lavorare gratuitamente per il notaio da cui si è fatta pratica? Quali altri accorgimenti e adempimenti mi sfuggono per superare il concorso? Forse vi sembreranno domande sciocche, ma io non ho nessuno a cui rivolgerle. Nella speranza di un vostro aiuto, vi ringrazio tutti.
  5. 1 like
    Al momento, purtroppo, sì, nel senso che il Decreto concorrenza mai si è concretamente e seriamente occupato (e preoccupato) del problema (a parte qualche emendamenti presentati da alcuni deputati, ad onor del vero, suggeriti da ambienti notarili). Suggerirei di far pressione (e di insistere) sui propri notai di riferimento per questa problematica, anche perché l'analisi di Federnotai, che ho letto qualche tempo fa (e che non condivido al 90%), minimizzava, anzi trascurava, il limite delle tre consegne (ciò significa che chi l'ha preparata, forse il presidente Di Marco, non ha "molti contatti" con i praticanti). In ogni caso, anche se tutto sembra lontano e difficile, mai desistere, perché se non si chiede (almeno) nulla mai potrà essere dato (ovvero concesso)
  6. 1 like
    http://www.dikegiuridica.it/prodotti_leggi.php?id=720
  7. 1 like
    Beh...direi serenamente si!!
  8. 1 like
    Secondo me, invece, la traccia sul punto era chiara nel volere un aumento oneroso. La traccia dice " conto futuro aumento capitale" non dice "aumenti futuri." La riserva con quella dicitura non è disponibile x l'aumento gratuito. È possibile che una riserva come impostata dalla traccia sia utilizzabile x aumento oneroso? Per me si, sia per quanto già detto che per altre motivazioni. Poi se si vuole sostenere che con "in conto futuro aumento" (futuro sia ad cazzum) oppure che (aumento scindibile sia ad minchia) non saprei che dire... X imputazione ben può essere: io socio sottoscrivo, il mio conferimento è coperto con l'imputazione di parte di questa famosa riserva.