Vai al contenuto

Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 20/09/2017 in Risposte

  1. 6 points
    Avendo pubblicato sia questo che le sedi per i nuovi trasferimenti del 2018, sicuramente hanno definito la pianta organica ed i posti liberi da mettere a concorso. Penso il nuovo bando sia nell'aria, poi se questione di poche ore o di giorni non so. Ragionevolmente si potrebbe pensare che nell'arco di due settimane al massimo debba uscire, dipende anche dalle tempistiche di pubblicazione del decreto di indizione nella Gazzetta Ufficiale.
  2. 6 points
    potresti evitare di intasare il forum degli stessi link si tratta di rispetto degli altri utenti e delle regole del forum Chi vuole è ben in grado di aprire la relativa discussione e di andarseli a vedere Grazie
  3. 4 points
  4. 3 points
    ma chi te l'ha detto? Così però inventi, non dai risposta ai problemi della traccia che erano già numerosi Allora potevi presupporre 10 contratti di locazione in essere.
  5. 3 points
    Se escludiamo agosto, hanno corretto 1046 elaborati in 7 mesi, vale a dire mediamente 150 elaborati al mese. Quindi ancora 4 mesi circa di correzioni; considerato che dal 20 dicembre al 10 gennaio presumibilmente faranno poco o niente, è verosimile che i risultati escano da metà febbraio in poi. Quanto alle tempistiche, siamo in linea con gli altri concorsi (notarili) purtroppo... un anno e tre mesi circa. Anzi, per quel che mi riguarda molto meglio rispetto al concorso passato in cui impiegarono un anno e due mesi (scarsi), con 300 elaborati in meno da correggere e soprattutto 3/4 dei consegnanti ''cassati'' (alla ''casso'') al primo elaborato (aggiungo io: mortaccivostra!) Quanto ai numeri, direi che non ci possiamo lamentare; attualmente passano circa il 28% dei corretti; di questo passo dovrebbero coprire circa 450 posti su 500.... quindi rimarrebbe scoperto il 10% dei posti banditi in totale; il che, considerando anche il numero elevato di posti banditi, è un ottimo risultato. Volendo fare un paragone sempre col concorso scorso, direi che, quanto ai numeri, sta andando di lusso, considerato che in quel caso coprirono 236 posti su 300 (scoperti circa il 21% dei posti banditi)
  6. 2 points
    No... Comm, IV, MC Quanto alla chiusura, sempre a febbraio si andrà secondo me!! Certo è che viviamo alla giornata!
  7. 2 points
    un persona di media intelligenza oggi sceglie un'altra strada. Te lo dice uno che l'ha intrapresa 15 anni fa
  8. 2 points
    Gli agenti immobiliari sono i primi a piangere, dato che, almeno nella mia zona, il mercato é in stasi. Alla fine l'ottenimento del sigillo diventa una sfida con se stessi... Io lo voglio: non mi importa se e quanto si guadagna!!😣
  9. 2 points
    ahahah ma dai, forse mi sono espressa male. Volevo semplicemente dire che non sono poi così importanti i numeri (certo hanno il loro peso statistico), perchè 500 posti, 300 posti o 100 posti, comunque ciò che conta è arrivare quel giorno con la preparazione "giusta" per essere competitivi. Poi la fortuna farà la sua, ma si può essere fortunati e passare il concorso da 100 posti e sfortunati e non passare quello da 500. L'importante è giocarsela, studiare, impegnarsi e non demoralizzarsi pensando che solo i geni (da qui il riferimento ad Einstein) possono aspirare alla vittoria. Certo è dura, durissima ma non impossibile. Altrimenti saremmo sì dei masochisti a star qui a crederci ancora.
  10. 2 points
    Tutti i notai che conosco, anche giovani, hanno un repertorio notevole...ma per favore. In ogni caso, siccome questo thread è dedicato al nuovo bando, prego i soloni che plaudono al mantenimento dello status quo, di scrivere in altro apposito thread, magari dedicato alla conservazione dei privilegi di pochi a scapito dei giovani e meno giovani che giustamente aspirano a cominciare a fare un lavoro decoroso dopo tanti sacrifici. Mi riferisco a post tipo questo Grazie
  11. 2 points
    Intanto, per prima cosa è bene diventare notai, poi si vedrà, chi si contenta gode, magari, per il puro piacere di fare il notaio senza essere necessariamente ricchi. Indubbiamente, non è più come una volta, sperando che nel futuro non si arrivi a dire "c'era una volta...."
  12. 2 points
    Le clausole relative alla destinazione degli utili nelle società di capitali sono senz'altro valide qundo vengano rispettati i seguenti due limiti: - da un lato, non possono esautorare in toto la competenza dell'assemblea a decidere sulla distribuzione degli utili; - dall'altro lato, esse non possono prevedere che tutti gli utili vengano reivestiti in società, privando i soci del diritto a percepire i dividendi. Ora il caso da te prospettato sembra rispettare entrambe le condizioni. L'unico dubbio si potrebbe porre nel caso in cui la clausola in esame, nella parte in cui prevede che il 20% degli utili sia da destinarsi ai soci, integri una c.d. clausola di distribuzione automatica. Ove fosse così, a ben vedere, la competenza assembleare sarebbe di fatto eliminata: in sede di approvazione del bilancio, difatti, basterebbe accertare la presenza di utili, perché gli stessi vengano "automaticamente" in parte attribuiti ai soci (sotto forma di dividendi) ed in parte accantonati a riserva, senza che l'assemblea possa deliberare (diversamente) in merito alla loro distribuzione o non distribuzione, dovendosi ovviamente attenere al precetto statutario. La questione dei limiti delle clausole statutarie in materia di distribuzione degli utili è ben affrontata nel Trattato del prof. Galgano
  13. 2 points
    Stanno andando belli spediti!! Manteniamo tutti un cauto ottimismo ma le percentuali ed il ritmo sono buoni!
  14. 2 points
    Riporto testualmente... Concorsi FIRMATO UN NUOVO BANDO DI CONCORSO A 300 POSTI DI NOTAIO Si è appreso da fonti ministeriali che è stato firmato il decreto per l'indizione di un nuovo concorso a 300 posti di notaio. Presumibilmente il bando sarà pubblicato il prossimo 10 ottobre
  15. 2 points
    Tieni presente che di fatto il concorso è visto come una buffonata dall'opinione pubblica, mentre i giovani se ne stanno alla larga per i tempi lunghi, più che per la mancanza di appeal!
  16. 2 points
    Lo dico da febbraio!! Se le cose restano queste, il concorso inteso come competizione ha non più di 7/8 anni di vita!
  17. 2 points
    Non mi sbalordirei per questo
  18. 2 points
    Un mio amico neo notaio mi ha detto di aver sentito ad un convegno che tra poco sarà bandito un concorso a 300 posti che si terrà ad aprile...
  19. 2 points
    http://espresso.repubblica.it/attualita/2017/09/26/news/il-concorso-dei-notai-e-sospetto-ma-i-vincitori-entrano-in-ruolo-1.310826?ref=HEF_RULLO
  20. 1 point
  21. 1 point
  22. 1 point
    L'aumento misto era la soluzone preferibile ... almeno così mi è stato riferito: era questo che voleva la commissione! Anche se - ad essere sincero - nei giorni immediatamente successivi al concorso ho sentito di tutto!! Ma - come ben sappiamo - di rado le commissioni sono "monolitiche": non è un quiz, ma un concorso. Molto probabilmente ammetteranno anche l'aumento oneroso, soprattutto se una buona percentuale di candidati (direi, 15-20%) si è orientata in tal senso. Del resto, l'esperienza insegna questo. Basta pensare a (non risalendo troppo indietro): - al concorso 2013, dove nell'inter vivos sono passate: a) la proposta irrevocabile di divisione; b) la divisione obbligatoria; c) la (mostrosuità) della divisione sotto condizione sospensiva di un condividente; d) divisione con tutti i compartecipi... lasciando perdere quello che si è visto nel mortis causa; - concorso 2014 (tenutosi nel 2015), dove, inseriti i dati catastali delle soffitte, è passata qualunque cosa: a) rinunzia al contatto di locazione (sic!); b) riserva di usufrutto a favore del terzo (??); c) sciglimento sel contratto di locazione e rinunzia a prelazione agraria; d) rinunzia a prelazione agraria ma non scioglimento del contratto di locazione; e) il mitico "bloccone" (come viene "deriso" a Napoli ... se ho capito bene, trattasi di vendita unitaria di due immobili siti in comuni differenti, al fine di "frodare" le prelazioni); f) vendita cumulativa di tutto, terreno e singole unità immobiliari; g) vendita in blocco del fabbricato e vendita autonoma del terreno. Poi, tutto può essere, ma speriamo nel bene di tutti coloro che "sudano" per raggiungere l'obiettivo
  23. 1 point
    Alla fine la perizia non abbracciava solo il credito, se esistente, etc., ma riguardava la complessiva operazione, affinché essa non ledesse l'integrità e l'effettività del capitale sociale e non fosse in frode ai creditori... Io così ho motivato, senza farmi il problema delle sentenze che citi tu che esistono sì ma fanno riferimento a casi in cui la preordinazione non emergeva.
  24. 1 point
    La perizia era grandemente opportuna non perché il debito non fosse certo, liquido ed esigibile (cosa che comunque la perizia doveva attestare) ma proprio per escludere che vi fosse una preordinata violazione della normativa in materia di conferimenti in natura.
  25. 1 point
    Domanda ma se studio vi chiedono di imputare la riserva conto futuro aumento cs a capitale mediante aumento gratuito e sono anche presenti tutti i soci...voi cosa dite all avv? No non si può?.....non è una posta di netto...bah....
  26. 1 point
    Concordo con te Blasco e aggiungo che una tale riserva per formarsi e per essere utilizzata, in tutto o in parte, ha necessità dell'assenso, uti singuli dei singoli soci, elemento questo che dalla traccia, proprio per come detto appena sopra, non era affatto presente. Anzi, il tenore della traccia era quello del tipico aumento gratuito ex art. 2442 cod. civ. La scindibilità era riferita alla porzione di aumento da offrire in opzione ai soci.
  27. 1 point
    Secondo me non dire nulla non può essere considerato un errore grave. Trovano applicazione l'art. 2558.1 e l'art. 36.1 l. 392/78- Certo, sarebbe stato opportuno menzionare l'onere di comunicazione al locatore della cessione ex art. 36.1. In ogni caso, era da escludere che l'immobile fosse aziendale, almeno per semplicità redazionale.
  28. 1 point
    pensa che mentre loro adesso guadagnano 500 euro al mese, tra 2/3 anni ne guadagneranno probabilmente 800-1000, mentre tu starai ancora sui libri a studiare... è questa l'amara verità...a te la scelta, se pensi di riuscire a resistere altri 5/6 anni senza guadagnare un soldo, allora intraprendi la strada del concorso notarile, altrimenti scegli diversamente... nessuno può dirti che con magistratura ci vorrà meno tempo, ma tieni presente che i bandi (almeno rebus sic stantibus) sono più frequenti, e lo studio è molto più spendibile in altri settori (facevi l'esempio di altri concorsi pubblici...)
  29. 1 point
    Io a concorso ho fatto il gratuito perché mi sembrava quella la volontà (l'assemblea voleva imputarla a capitale) e, detto questo, secondo me la riserva della traccia era targata (non nel senso di personalizzata ma nel senso di oggettivamente destinata a uno scopo). Il mio ragionamento è stato che se tutti i soci vogliono imputare non c'è destinazione che tenga, lo si può fare. Il fatto però che non si possa usare quella riserva per l'aumento oneroso sulla base di presunti principi generali che avrebbero acquisito persone che studiano da dieci anni è a mio avviso assurdo. A livello normativo, verosimilmente, una clausola di quel tipo può violare il 2345 (espressione del principio in forza del quale i soci non possono essere obbligati a ulteriori versamenti in denaro oltre ai conferimenti) ma siccome siamo nella "terra di nessuno" ritengo che nessun notaio di fronte a una clausola del genere ne disapplicherebbe il contenuto con così tanta tranquillità. In più c'è una cosa da dire, se si ritiene illegittima la previsione e se il ragionamento di chi è cos' convinto delle proprie convinzioni si fonda su queste premesse sarebbe stato necessario modificare lo statuto rettificando la clausola "incriminata". La verità è che il diritto civile nonostante tanto studio non può essere dominato e astrattamente è sostenibile tutto nel caso in cui non ci siano precedenti giurisprudenziali, che nel caso di specie mancano del tutto. Le tracce inoltre non dovrebbero essere di difficile interpretazione ma dovrebbero essere quanto meno intellegibili per permettere che la selezione si fondi sulle cognizioni giuridiche e non sul caso. E' un mio pensiero.
  30. 1 point
    però, fino ad oggi, mi risulta che non ci sia stato alcun notaio che abbia rinunciato alla professione per fare l'agente immobiliare... dai su! Come puoi paragonare il lavoro del notaio con quello di un agente immobiliare?? bah
  31. 1 point
    Il mio consiglio è quello di non studiare 8 ore al giorno, ma di alternare un giorno di studoi ad un giorno di pratica notarile ad un giorno di una scuola notarile. Se farai così e sei una persona intelligente, tra due anni sarai in grado di sederti al concorso e tentare la tua prima consegna. Non studiare con il pensiero che andrai solo a sederti per non consegnare, studia con l'obiettivo di fare la tua prima consegna, altrimenti corri il rischio di adagiarti sugli allori...
  32. 1 point
    come ben sai, solo perché il notariato cinese aveva bisogno di attingere in Italia (o almeno così ci han fatto credere all indomani della prima bozza del dl concorrenza)
  33. 1 point
    Si può pagare tranquillamente dopo aver compilato la domanda, nella quale non sono richiesti gli estremi del pagamento
  34. 1 point
  35. 1 point
    Infatti temo che sarà dura trovare un punto d'incontro dati i i nick!! Premesso che per partecipanti si intende chi consegna i codici (giusto?) al primo concorso vigenti le consegne , 2011, c'erano 3700 partecipanti, In 6 anni siamo quasi alla metà! E ad essere sinceri me ne rendo conto giornalmente di sto calo! PS: Ormai giochi in Cina... alla faccia nostra
  36. 1 point
    Esattamente quello che avevo scritto io. Grazie per averlo confermato, riportando la testimonianza della tua esperienza pluriennale.
  37. 1 point
    Buma, leggi attentamente il bando e saprai la risposta. Per certe basilari cose l'ignoranza non può essere scusata.
  38. 1 point
    certo, però come abbiamo già detto ormai tante volte, sono discorsi fatti da chi sta dalla parte di là... il lavoro c'è, ma va semplicemente redistribuito tra i grossi studi e quelli piccoli perché c'è troppa sproporzione secondo me.. E poi non ho mai sentito dire di un notaio che ha chiuso o ha smesso di fare questo lavoro perché non ce la faceva ada andare avanti.. anzi, tutti i giovani notai che conosco hanno iniziato a lavorare subito. È ovvio che all'inizio siano più le spese dei guadagni, ma questo solo perché c'è un grosso investimento iniziale da fare. Dopo il primo anno è tutto in discesa..
  39. 1 point
    Ciao Antonio, personalmente avevo fatto le stesse tue valutazioni. Non ho dubbi sulla possibilità di destinare statutariamente l’80% degli utili a riserva. (Non c’é violazione del divieto di patto leonino) Ho qualche dubbio sulla parte del 20% laddove fosse intesa come distribuzione automatica; però alla fine lo stesso sistema è previsto in tema di società personali (approvi rendiconto; ci sono utili; sorge diritto uti singuli dei soci a percepire quota parte degli utili); questo significa che, in generale, il nostro sistema già tollera una simile modalità di distribuzione utili; perché negare la possibilità di replicare lo stesso schema in Srl?
  40. 1 point
    Sarei sereno nel risponderti si!! Cioè che divieti e/o problemi ci vedresti?
  41. 1 point
    Ti ringrazio Lenza, Chiaro e preciso, mi hai chiarito molto bene la situazione!
  42. 1 point
    Ma diciamolo pure! Certo è che era già difficile credere in tre bandi consecutivi a 500 posti!
  43. 1 point
    Che poi si compiace perché è stato scongiurato un bando a 500? Vuole essere ben vituperato?
  44. 1 point
    In fondo a questi ritmi sono altri 5 concorsi 😉
  45. 1 point
    rebus sic stantibus, 7/8 anni sono una previsione più che ottimistica
  46. 1 point
    Direi proprio che rileva ai fini di collazione (e imputazione), trattandosi di liberalità indiretta. A conferma leggi il 1923 c. 2 che fa salve le disposizioni in tema collazione, imputazione e riduzione. Piuttosto la stessa norma fa riferimento ai premi pagati; quindi oggetto di collazione (e imputazione) non è il capitale che ricevono post mortem dall'assicuratore, ma i premi che il de cuius ha pagato in vita. Quindi direi che se 100 è la somma dei premi pagati, si tiene conto di quella cifra ai fini della collazione. Quanto all'ordine della riduzione, direi che si applica la norma generale del 559 anche in questo caso (trattandosi sempre di liberalità indiretta), ex artt. 1923 c.2 norma specifica e in generale ex art. 809 c1 cc. Ciao
  47. 1 point
    Per domani è prevista la pubblicazione dell'estratto del decreto di approvazione della graduatoria del concorso per trasferimento dei notai in esercizio bandito il 31 Maggio
  48. 1 point
    Stavano per accogliere anche questa soluzione!! Con quel concorso secondo me è morto il concorso!
  49. 1 point
    Paga la plusvalenza sul terreno se residua cubatura, ovvero edificabilità propria del terreno non sfruttata, a prescindere dai 5 anni. Sulla casa, a parte la decadenza dai benefici prima casa se richiesti, paga la plusvalenza se non sono trascorsi 5 anni.
  50. 1 point
    Credo che dipenda molto da cosa si è scritto nell'assertiva e in motivazione. Non penso comunque che chi ha fatto la perizia sul credito (soluzione corretta secondo me) abbia detto che trattavasi di conferimento del credito verso terzi. Eravamo, invece, in presenza di un conferimento per compensazione mediante la reciproca elisione dei crediti certi liquidi ed esigibili. A stretto diritto nemmeno ci voleva la perizia, poiché il debito da prezzo della società proveniva da un atto gestionale dell'Amministratore unico, destinato a essere contabilizzato. Quello di cui sono sicuro è che non trattavasi di conferimento in natura dell'immobile. Faccio notare, inoltre, che la massima 125 quando adombra la necessità della perizie sul bene compravenduto precedentemente dalla società, pare far riferimento al caso dell'operazione in frode alla disciplina degli acquisiti pericolosi o comunque dei conferimenti in natura. Qui invece eravamo in una situazione nettamente diversa, poiché l'immobile acquistato era inferiore al decimo del capitale sociale e non vi era alcuna frode, in quanto l'aumento oneroso non era preordinato ad aggirare alcunché, essendo l'acquisto di un mese prima e l'assemblea non convocata e totalitaria...
×