Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content on 18/02/2017 in all areas

  1. 1 like
    Egocentrismo notarile. Il mondo si deve adattare al notariato, mai il contrario. A breve qualche notaio si lamenterà che manchi una legge, che in alternativa a quella che ponga il limite repertoriale, che obblighi tutti i notai del distretto a versare l'onorario in una cassa comune e poi dividere il ricavato tra tutti i notai del distretto. Quanto al fatto che i notai stipulino atti a 50 euro netti, la circostanza è inverosimile. I dati, riportati anche su questo sito, indicano redditi comunque più elevati di quelli di altre categorie (200.000 euro di media, 90.000 euro senza considerare l'effetto statistico della presenza in "classifica" di notai milionari) e, considerata la situazione generale del Paese, più che dignitosi. Oggi, poter guadagnare 45.000 euro netti (3.750 mensili, ma potremmo dire anche 3.000) è una condizione che in Italia compete a pochi (anche se qualificati) e, a prescindere dalle aspettative personali, consente senz'altro di sopravvivere. I notai anche quelli meno esibizionisti, hanno tutti il suv e il problema di quale destinazione scegliere per le vacanze di Natale. Nessuno di loro si è mai nella storia d'Italia, rivolto ai servizi sociali. Di certo, chi aveva sognato una vita da nababbo sarà rimasto deluso, ma occorre anche considerare che il mondo è cambiato e che la prestazione notarile, pur avendo una sua persistente importanza, ha - che lo si voglia o meno - un suo "valore di mercato", che non è più quello del 1913 o del 1990. Non è un caso che i notai che stipulano atti di grande complessità riescano ancora a ricevere compensi elevati per la prestazione erogata; il mero "copia e incolla" della minuta del mutuo inviata dalla banca, di contro, non può avere, neanche in un contesto a numero chiuso, un "valore" particolarmente elevato. Vai a farlo capire a quei notai che vogliono l'onario standard, il numero di atti giornalieri standard, lo studio con numero di impiegati standard, una distanza tra uno studio notarile e l'altro standard. Vuoi mettere a paragone l'utilità pubblica dell'atto pubblico di donazione della seconda, terza e quarta, casa fatta dai genitori ai tre figli mantenuti, per risparmiare sul prelievo fiscale in seguito al divenire di esse tutte prima casa? Allora non sei di questo mondo, ma solo un rosicone e invidioso, che non hai vinto il concorso.
  2. 1 like
    un mio amico notaio pretende di guadagnare quanto un campione dello sport perché conosce a memoria tutte le teorie sul legato in sostituzione di legittima
  3. 1 like
    Mile, non me ne volere male, ma la differenza tra delegatio e adempimento del terzo sta nello iussum, presente solo nella prima. Il mostrare la causa solvendi rientra nell'expressio causae: Il terzo può adempiere un'obbligazione altrui a vario titolo ... anche per estinguere un debito precedente verso il "beneficiario" Ovviamente, posso sempre sbagliare