Vai al contenuto

Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content on 05/07/2016 in all areas

  1. 3 points
    poi c'è gente che passa senza aver scritto la motivazione , soltanto con la parte teorica che non contiene la motivazione. allora tutto diventa possibile.
  2. 2 points
    Come ho già detto non intendo trovare una giustificazione a questa commissione, stavo solo provando a ragionare. E' vero che il bando parla di concorso per notaio e non per tecnico del catasto, e che questi sono per lo più problemi pratici, ma se frequenti uno studio sai benissimo che questi sono i problemi che sempre più spesso oggi un notaio si trova a dover affrontare. Un Notaio che conosce tutte le teorie di dottrina su un qualsiasi argomento di diritto ma poi fa un atto nullo perchè non inserisce una menzione obbligatoria non credo che faccia un buon lavoro. E non credere che il Notaio non sia tenuto a non sapere nulla di catasto, conservatoria, registro imprese, ecc. perchè tanto ci pensano gli impiegati.... E, credimi, non sto cercando di tirare acqua al mio mulino, visto che come voi non l'ho passato, ma - ti ripeto - non ho ancora visto i miei compiti (anche se ricordo abbastanza bene di aver inserito l'accatastamento separato per le soffitte, le schede e la conformità, il condono, ecc.) e non ho nemmeno altri compiti da verificare. Ciò non toglie ovviamente che se la commissione ha deciso che voleva fare selezione su un aspetto "pratico" (cioè in sostanza voleva vedere quanti erano davvero in grado di fare il notaio), doveva usare lo stesso metro di giudizio per tutti i compiti.
  3. 1 point
    DECRETO LEGISLATIVO 2 luglio 2010, n. 104: ATTUAZIONE DELL’ARTICOLO 44 DELLA LEGGE 18 GIUGNO 2009, N. 69, RECANTE DELEGA AL GOVERNO PER IL RIORDINO DEL PROCESSO AMMINISTRATIVO Capo II - Azioni di cognizione Art. 29 - Azione di annullamento 1. L’azione di annullamento per violazione di legge, incompetenza ed eccesso di potere si propone nel termine di decadenza di sessanta giorni. Segue: Il ricorso deve essere notificato alla P.A. che ha emanato l'atto e ad almeno uno degli eventuali controinteressati, entro 60 giorni dalla notifica o pubblicazione dell'atto impugnato o dalla sua conoscenza per altra via. Entro 30 giorni dall'ultima notifica il ricorso va depositato al TAR. La parte deve poi richiedere con domanda scritta che si proceda alla discussione del ricorso.La decisione del TAR può essere impugnata con ricorso al Consiglio di Stato da proporsi entro 60 giorni dalla notifica della sentenza (al Conisglio di Giustizia amministrativa in Sicilia)..
  4. 1 point
    Certo che era una carognata! Per risolvere il problema dovevi porti una preliminare "quaestio facti", scegliendo se le soffitte fossero comprese nella scheda dell'appartamento oppure no. Il che comportava una paccata di tempo per il relativo ragionamento. Trattasi di classico esempio di tranello/imbeccata.
  5. 1 point
    Premetto che capisco la delusione e non voglio assolutamente trovare una giustificazione a questa commissione. Anche io come voi non sono passata, ma non ho ancora ricevuto i miei compiti e il mio verbale... Detto questo però, vorrei provare a ragionare con voi su queste benedette (o maledette) soffitte. Da come era scritta la traccia era abbastanza evidente che erano oggetto di cessione, altrimenti non avrebbe avuto senso il condono. E' vero che costituiscono pertinenze e che normalmente vengono indicate sulla stessa planimetria dell'appartamento, in quanto ne costituiscono pertinenza. Tuttavia, essendoci un provvedimento edilizio autonomo (condono, anche se non rilasciato) nella pratica è molto difficile che un tecnico si metta a rifare tutte le schede degli appartamenti per accorpare le soffitte, è sicuramente più probabile che faccia delle planimetrie autonome. Tenete anche conto che le "regole del catasto", in alcune zone di'Italia e in alcuni uffici catastali, non consentono più l'accatastamento unitario di appartamento e pertinenza (soffitta o cantina), ma vogliono due schede separate, soprattutto in caso di edifici di nuova costruzione, ma mi è capitato anche su edifici vecchi e ristrutturati. Ragionando in questi termini - che ripeto sono molto "pratici", ma relativi a situazioni che capitano abbastanza spesso in studio - è evidente che non aver citato le soffitte comporta anche non aver citato la conformità catastale e dunque la nullità ai sensi del D.L.78/2010. Credo che il problema sia tutto qui. Certo, come già detto, non voglio assolutamente giustificare la commissione, soprattutto per le evidenti disparità di trattamento che sono riusciti a creare.
  6. 1 point
    Giusto per concludere il discorso e, forse ripetendo ciò che è stato già detto e ridetto. Ho parlato con il notaio presso il quale lavoro e mi ha confermato che le soffitte vengono accatastate, nella maggior parte dei casi, come graffati alla particella o al sub. principale (cosa che peraltro già sapevo). Considerando il tenore letterale della traccia, a dir poco sibillina sul punto, si può tranquillamente parlare di trappolone/carognata della commissione. Se a tutto ciò aggiungiamo che molti sono passati senza accatastare le soffitte, cosa dobbiamo ancora aggiungere su questo concorso....?????
  7. 1 point
    Benissimo!! Bocciare sulle soffitte è giusto??? Sì!!! allora si bocciano tutti quelli che non le hanno identificate catastalmente e quando dico tutti, intendo dire tutti!!!
  8. 1 point
    Non per dare ragione a mileinter ma oggettivamente e ribadisco -oggettivamente- le incongruenze (mancanza di imparzialità) in questo concorso sono veramente difficili da nascondere. Pensate che a me hanno contestato, tra l'altro, l'applicazione dell'art. 23 L.n. 11/71. Ad una ragazza hanno contestato la mancata applicazione della citata legge. Ma insomma quale criterio di correzione hanno adottato?? E non è l'unica incongruenza riscontrata. Non voglio parlare delle soffitte perché altrimenti divento volgare. Ho letto e riletto la traccia, le soffitte non sembrano (e non solo a me ovviamente) oggetto di cessione; poi se le vogliamo comprendere nella cessione per fare strage, allora diciamolo chiaramente....
  9. 1 point
    Anton, non ti offendere, ma l'Italia è al disastro anche per questi ragionamenti ed ancor di più il concorso. Io mi domando se ti piace davvero farti sbeffeggiare così palesemente o è una caratteristica connaturata all'aspirante notaio. Tu pensi davvero che se qualcuno passa con i miei stessi errori devo stare a guardare, studiare (cosa? I sub delle soffitte quando la commissione finge di non conoscere le pertinenze), spendere denaro e perdere prezioso tempo della mia vita? Ma vogliamo scherzare? Ho l'impressione che i vari adulatori vi abbiano circuito, molti e non tutti per fortuna.
  10. 1 point
    Anche se consegnasse il mondo intero, difficilmente saranno più di 2000 i consegnanti e 400 li devono fare per forza!
  11. 1 point
    Mi pare che qui ci si limiti a segnalare incongruenze , palesi, nulla altro, restano fermi i risultati altrui di cui non interessa a nessuno, l'unica cosa che interessa le persone che scrivono come più volte segnalato nella discussione, sono le DISPARITÀ DI TRATTAMENTO, le accuse non ci sono, perlomeno non ne leggo, la lamentela verte sul disattendere l'articolo 3 del testo costituzionale piuttosto??
×