Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 25/01/2017 in all areas

  1. 4 likes
    In questo sito, mi sembra sempre auspicabile leggere il favore di coprire tutti i posti in bando; è possibile, anzi, che fra coloro che hanno consegnato, vi siano anche 1000 ragazzi ad essere preparati, e quindi prenderne "solo" 500 sia in realtà un torto (perché a questo punto gli esclusi "preparati" si possono lamentare con diritto). Il fatto è che, tenendo conto della preparazione media di chi affronta questo concorso, si può di converso osservare che erano troppo basse le percentuali dei concorsi del passato e non questa ad essere troppo alta (se ci sono i posti....) Non dobbiamo preoccuparci della qualità media di coloro che passano (se ci siamo noi), perché quelle sono "preoccupazioni" che sono state sempre contestate ai notai in attività per tenere baso il numero dei nuovi notai. O alcuni già si sentono notai in pectore?
  2. 3 likes
    sembra una partita di hockey su ghiaccio, sostituzioni libere, dentro in quattro dalla panchina e via...
  3. 3 likes
    Guardate che un notaio oggi, a seguito, dell'eliminazione delle tariffe si mette in tasca pulite circa 200 euro ad atto. Ma lo sapete che tolto il 22% di iva circa 500 euro su ogni atto vanno versate ogni mese all'archivio ? E tolte quelle circa 500 euro dovete conteggiare visure, impiegati, assicurazione alta, spese di studio ,affitti e di quello che rimane l'anno dopo dovere togliere quello da pagare in sede di diachiarazione di redditi, quindi alla fine sull'atto che avete fatto l'anno prima ci avete guadagnato circa 200 euro. E non é neanche detto che stipulate perché oggi c'è sempre un notaio pronto a fare l'atto a 50 euro netti pur di lavorare. Quindi oggi si lavora solo sulla quantità, il sistema sta implodendo, le spese ed i contributi sono quasi pari ai guadagni. Se pensate di fare i notai per guadagnare scappate finché potete.
  4. 3 likes
    Non è questo il topic giusto. Ci sono i topic sulle varie prove oppure puoi scrivere direttamente in "Quid iris". Qui nessuno ha intenzione né di leggere né di scrivere nulla riguardo le prove.
  5. 2 likes
    http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2017-02-14/-crisi-vocazioni-notarili-cali-fino-70percento-rispetto-2010-federnotai-corre-ripari--151418.shtml?uuid=AEpM9iV
  6. 2 likes
    Nessun notaio vuole essere ridotto/assimilato a dipendente pubblico principalmente per due motivi: 1)-i piccoli Notai (che attualmente fanno la fame o quasi) si illudono di migliorare - nei prossimi anni - la propria posizione, magari contando sul fatto che: -i grandi Notai ed i Notai anziani del proprio Distretto sono prossimi al pensionamento e chi ne rileverà lo Studio non sarà all’altezza e perderà la “clientela ereditata”, a vantaggio dei “piccoli”; -col passare del tempo avranno intrecciato una proficua tela di rapporti personali che permetterà loro di aumentare la propria clientela (basta guardare a quanti Notai si iscrivono ai golf club – pur non sapendo impugnare correttamente un ferro - ed a circoli (pseudo) esclusivi sperando di “agganciare” i grossi costruttori); 2)-i piccoli Notai preferiscono rimanere tali ma continuare ad ammantarsi del prestigio dell’essere Notaio (a dispetto di ciò che si pensa, infatti, l’uomo della strada ancora invidia la figura del Notaio, pur se in declino) e non essere degradati a meri dipendenti pubblici; d’altronde, l’assoluta maggioranza dei Notai - prima della nomina - ricopriva incarichi di basso profilo (avvocati titolari di studi unipersonali con clientela di basso livello e minima capacità economica, avvocati “sgobbini” in grossi studi legali considerati come pezzi facilmente sostituibili di una catena di montaggio, alla pari dei dottori di studio sfruttati dal proprio dominus, dipendenti dell’Agenzia delle Entrate con stipendio assicurato ma lavoro poco gratificante e “poco considerato dal volgo”); se ti informi nel tuo Distretto, scoprirai che pochissimi Notai - prima della nomina – facevano parte degli studi legali delle banche, erano in Banca d’Italia o avevano davanti a sé una carriera o una posizione sociale effettivamente migliore di quella di un Notaio d'oggi (seppur non paragonabile al Notaio di 15 anni fa). In definitiva, i Notai non vogliono “essere retrocessi” né ammettere - a se stessi ed agli altri - di avere sbagliato a scegliere il Notariato (o che, a ben vedere, non ne valeva la pena).. Solo una minoranza (sempre più ridotta) non cambierebbe mai la posizione di Notaio (seppur “ridotto in miseria”) perchè crede effettivamente nella figura e nel ruolo del Notaio – e, soprattutto, nella sua autonomia - anche a dispetto del ritorno economico…
  7. 2 likes
    Il conflitto fra una locazione ultranovennale, anche se trascritta, e una infranovennale va risolto sulla base dell’art. 1380, co. 1° e 2°, c.c., in quanto il rinvio al regime della trascrizione previsto nel 3° co del medesimo 1380 c.c. opera solo se tutti gli atti in conflitto rientrano tra quelli soggetti a trascrizione ai sensi del n. 8 dell’art. 2643 c.c. (vedi GAZZONI e FERRI)
  8. 2 likes
    secondo me non ha senso questa discussione - perchè il limite non sarà tolto (e continuarne a parlare significa abusare della credulità popolare) - perchè non ci sarà mai un aumento (fino) a 12000 posti (e se ci sarà il limite serve a neutralizzarlo) ed, in ogni caso, 12000 notai non li vedremo, ne noi, nei i figli dei nostri nipoti , e neppure tutti i cinesi
  9. 2 likes
    Quando il donante indiretto, adottando uno qualsiasi degli schemi dell’intestazione del bene a nome altrui o del contratto a favore di terzi, effettui un pagamento in denaro o ceda in permuta un proprio bene presente per far conseguire al beneficiario la proprietà di una cosa futura o di una cosa altrui, non si applica il 771 c.c. Viceversa si applica il divieto di cui all’art. 771 cod. civ. nelle fattispecie di donazione indiretta, più rare ma non inconcepibili (sopratutto a concorso), in cui sia il disponente, nel negozio mezzo, a cedere la cosa futura o la cosa altrui, a titolo di corrispettivo di una somma di denaro o di un altro bene del quale si vuole far arricchire il beneficiario della liberalità indiretta. http://www.notariato.it/sites/default/files/293-12-c.pdf
  10. 2 likes
    Leggete quello che scrive London; poi se volete venitevi a fare una full immersion nel mio studio (trasferta a vostre spese) che magari vi fate un bel bagno di realtà....la situazione sta implodendo davvero nonostante i notai siano ancora 5000 ... ne sono previsti altri 7000.....che bello! Saremo tutti notai....e, salvo qualcuno..., tutti disperati (ma con l'aggravante delle grandissime aspettative)
  11. 2 likes
    Certo rimanere 10 anni a studiare e frequentare scuole notarili non porta a niente...ma è un errore nostro però...se uno ha finito le consegne e non sa che cazzo fare evidentemente ha commesso un errore, perdonami...
  12. 2 likes
    Come ha scritto qualcuno: -Va', vivi lo studio, fai esperienza diretta. -Poi, siamo sicuri che il notariato sia la tua passione? Siamo sicuri... che il notariato possa essere una passione??? Ma che tristezza! Le passioni sono pittare, scrivere, girare il mondo, amare, darsi ad uno sport... Ma il notariato??? -Lo studio del notariato è interessante e stimolante, ma come lo possono essere tutti gli studi profondi. Sei ancora in tempo per seguire VERE passioni e studiare. Sei ancora in tempo, ad esempio, per imparare a pittare. -e "diobòn", ma la vogliamo smettere di odiare l'italia, di dire che non c'è futuro e blabla.. Ma prendetevi le vs. responsabilità se c'è qualcosa che non va nelle vostre vite, non scaricatele su politici ed altro, diamine. -Che il notariato sia destinato a finire, che dire... molte cose che fanno i notai le potrebbero fare anche dei computer ben programmati... Auguri, e gioisci per la tua vita e per i lunghi anni che ti aspettano, non perderti di fronte a queste piccolezze. E per risponderti: no, non ne vale la pena, e probabilmente non ne è mai valsa la pena. L'unica ragione che spinge le persone a farlo, anche se in pochi hanno gli attributi per ammetterlo senza fronzoli, è il denaro. Per me, ben venga volere fare molto denaro, ma raccontare balle in giro sulle proprie reali motivazioni.. eh no, dai! E se la vera ragione è questa, esistono modi molto più stimolanti e creativi (vengo a quello che scrivevo sopra) per farne anche molto di più, e sono statisticamente più favorevoli pure.
  13. 2 likes
    Pensieri positivi è necessario farli sempre!!!!
  14. 2 likes
    Si è vero. Per una volta però è bello fantasticare positivamente al posto di pensieri negativi.
  15. 2 likes
    Ripeto...è presto per trarre conclusioni!!!!
  16. 2 likes
    Oppure che, memori della strage fatta al primo compito nel precedente concorso (1200 bocciati al primo (che schifo)) vogliano essere più obiettivi e andare avanti quanto meno a vedere il secondo..e mi sembra la cosa più corretta e giusta ..
  17. 2 likes
    Sarebbe assurdo, nonché contrario all'azione amministrativa non coprire i posti ed il fatto che ciò accada non significa che debba essere la norma perché è,tra l'altro, impiego di pubblico denaro. Piuttosto, mi preoccuperei per la velocità delle correzioni. È frutto della distorsione fisiologica concorsuale e mentale dei candidati pensare diversamente
  18. 2 likes
    Perche' dici questo? Secondo me c'e' tanta gente preparata tra i consegnanti....
  19. 2 likes
    "Se così è ben venga un numero di ammessi di 500 persone, anche se alcuni elaborati presentano delle soluzioni opinabili, purché senza nullità o gravi travisamenti, perché tanti sono i posti a bando." Non capisco questa affermazione,Fulgor.: Mi sembra ancora prematuro per tirare le somme, per quanto si sia parlato in questo sito di soluzioni, non abbiamo un campione sufficiente per fare serie statistiche o previsioni. E' "normale" che fra i vincitori vi possa essere qualche elaborato non "perfetto", come purtroppo capita che vi sia fra i non vincitori, ottimi elaborati (magari bocciati per errate soluzioni).
  20. 2 likes
    Per avere percentuali attendibili attenderei minimo la primavera!
  21. 2 likes
    se togli tutta la sezione dei giornali porno non serve tutto sto spazio
  22. 2 likes
    I redditi dei notai in media sono di molto superiori di quelli degli avvocati, sempre in media (somma di tutti i redditi diviso per il numero dei componenti). Poi c'è il big nazionale penalista, o il fondatore di affermate law firm che guadagna quanto 100 notai medi. In media è più appettibile la professione di notaio rispetto a quella di magistrato o di avvocato; avvocato in media è diventata una scelta residuale per coloro che non vincono il concorso di magistrato o notaio o di altro ambito ente pubblico, prefettura, banca d'Italia, carriera diplomatica, eyc. che hanno stipendi superiori rispetto a quello medio di avvocato. Non essendo prevista nessuna seria selezione per accedere alla facoltà di giurisprudenza e al tirocinio di notaio e avvocato, ecco che per i notai la crudele scrematura viene posticipata all'età media di 30 anni, con un concorso pubblico che superano solo i mostri concorsuali e i topi di biblioteca, basato su casi teorici che non si verificheranno mai nell'attività professionale notarile concreta, ove quotidianamente il 99% dei casi in cui si imbatte il notaio di compravendite, donazioni, testamenti e qualche costituzione di società si risolvono con il taglia copia incolla effettuato dagli impiegati di studio con diploma di maturità classica. Per gli avvocati, cioè per diventare tali non è prevista nessuna seria selezione dall'accesso all'università, all'acceso al tirocinio e all'esame di abilitazione professionale, cosìcchè la sola città Roma con tre milioni di abitanti, ha 30.000 avvocati, cioè lo stesso numero degli avvocati dell'intera nazione francese che ha 80 milioni di abitanti. Di conseguenza la selezione la fa essenzialmente il mercato. Il mercato in libera concorrenza è acefalo, non guarda in faccia nessuno, se ne frega della preparazione del professionista o della personalità della prestazione: se tu avvocato o notaio, mi fai ottenere lo stesso risultato, vittoria della causa o trasferimento di proprietà, io acquirente del servizio giuridico me ne frego della personalità della prestazione, del rispetto delle regole deontologiche, delle tue fatiche oppure della tua attenzione, se leggi l'atto in 10 minuti a foglio o in 30 secondi a foglio, oppuri se utilizzi lettori di tua fiducia, a me interessa il risparmio, il prezzo più basso offerto dal professionista che mi difende oppure rogita la compravendita efficace e valida. Si vuole un mercato notarile controllato? Allora tutti i notai vengano assunti come dipendenti stipendiati dal ministero. Si vuole un mercato libero di notai liberi professionisti come gli avvocati? allora dovrebbero essere abrogati tutti quei vincoli e barriere che impediscono di abbassare il prezzo del rogito notarile: numero chiuso dei notai, limite di atti giornalieri, libertà di stabilimento della sede, libertà del tempo da dedicare alla lettura ad ogni pagina dell'atto notarile. La selezione la farà il mercato con scelta del notaio più convienente, con conseguente numero notevole di vittime sul campo, a cui i notai di vecchio stampo non sono abituati.
  23. 2 likes
    Scusatemi il francesismo ma dopo otto anni mi sono rotto il cazzo di questo concorso... Mi viene soltanto da piangere, non ne posso più! Mi ha rovinato la vita
  24. 1 like
  25. 1 like
    Se hai ricopiato la traccia hai fatto bene, non è un errore; anche dire istituisco erede nel residuo non è un errore, ma il residuo è proprio la disponibile, concetto contrapposto/complementare alla quota di riserva/indisponibile.
  26. 1 like
    Io ho aumentato gratuitamente con la riserva legale (triveneto), motivando nel senso che, se non presupponevo l'esistenza di altre riserve, la riserva negativa azioni proprie mi "annullava" la statutaria. spero possa passare come soluzione...
  27. 1 like
  28. 1 like
    A mano a mano che andrai avanti nello studio sarai tu stessa a voler approfondire; inoltre le fattispecie concrete che ti si presenteranno durante le ore che passi in studio ti obbligheranno a consultare monografie a iosa. Ci sono due momenti di grande panico. All'inizio, quando ti sembra che la laurea non serva a un cazzo. In prossimità del concorso in cui ti sembra di non sapere un cazzo rispetto agli altri. E' normale. Io ho provato tutti e due i momenti. Il primo l'ho superato brillantemente: mi sono accorto che in effetti la laurea mi era servita eccome. Il secondo no. Gli altri effettivamente ne sapevano più di me :). Ciauz. Il big
  29. 1 like
    Basterebbe semplicemente far rispettare la legge: prove ogni anno e accorciamento dei tempi di correzione (decreti Monti)
  30. 1 like
    Con il consistente aumento tuo della pianta organica, voluto da Orlando, ha sempre meno senso. Salvo che vogliano accorpare i due ordini.
  31. 1 like
    Maupagnano ha detto solo la verità, ma come sempre la verità non piace. il notariato si è sempre scelto in primis per i lauti guadagni che assicura, guadagni che permetteranno di coltivare le proprie passioni. Ci sarà sicuramente qualcuno che ha il fuoco sacro del notariato, ma è pur sempre l'eccezione che conferma la regola.
  32. 1 like
    Voglio vedere se questo discorso lo facciano a te dopo che hai esauirito le tre consegne e hai sprecato 12 anni di studio senza costruirti una valida alternativa. Voglio proprio vedere in faccia la tua reazione quando ti diranno la vita è bella, dedicati all'ippica. Facile fare la morale agli altri, quando si hanno le spalle ben coperte. Facile è la morale proveniente dai figli di notaio, i quali, anche se non vincessero il concorso, continuerebbero a lavorare nello studio del padre, o del neo-notaio al quale sarà ceduto lo studio al momento del pensionamento del vecchio nababbo che saprà ben contrattare la cessione dello studio secolare ben avviato. Facile è fare la morale con i discorsi basati sulla realtà virtuale che afferma che due terzi dei notai rischiano quasi di rivolgersi alla caritas, quando c'è una cassa notarile che ti finanzia lo studio e ti trasferisce in breve tempo se nella sede disagiata non riesci ad ingranare, mentre il praticante notaio è considerato solo un uditore, un individuo insignificante, da incitare alla ribellione quando la politica vuole attribuire i piccoli rogiti all'avvocatura. L'avvocatura tratta meglio i particanti avvocati, infatti dopo un anno conferisce loro la possibilità del patrocinio sostitutivo e di seguire in proprio le cause civile fino a 25000 euro
  33. 1 like
    ...perdonate il consiglio non richiesto...non permettete che un concorso ambito ed aleatorio, anche se importante per le più diverse motivazioni personali, condizioni la vostra vita in modo essenziale!! studiate, lavorate e godetevi i tanti successi diversi che vi sarete meritati. diventare notai non vi renderà migliori di quello che...eravate prima!! con stima
  34. 1 like
    A mio parere, si trattava indubbiamente di un legato di somma periodica (prestazioni periodiche, ex art. 670 c.c.), e precisamente di un legato di rendita vitalizia. L'ex marito (tenendo conto anche di eventuale quota pensione di reversibilità) si preoccupava solo di voler far godere alla moglie la medesima somma ("continuare"), offrendole uno strumento che sostituisse in qualche modo (ma senza necessariamente averne la stessa natura), l'assegno divorzile (se poi dovesse sorgere quello ex 9bis si tratterebbe, secondo l'opinione prevalente, di un'attribuzione assimilabile ad un legato alimentare ex lege a carico dell'eredità, connesso allo stato di bisogno). Il legato di mantenimento, così come configurato dalla dottrina e dalla giurisprudenza, è invece connesso a prestazioni che possono essere mutevoli (consistenti anche in un facere, a carattere continuativo più che periodico; si parla anche di doppia"alea", infungibilità della prestazione, ecc.), anche se si riconosce la possibilità al testatore di indicare una determinata somma che comprenda in modo oggettivo dette prestazioni/elementi. Secondo la giurisprudenza, sarebbe poi consentito al testatore di prevedere la rivalutazione della somma o indicarne i meccanismi (ad es indice ISTAT) nel legato di rendita vitalizia, poiché, a differenza di quella onerosa l’alea non è elemento essenziale del negozio, mancando una controprestazione (è infatti assente l'alea della controprestazione, restando incerta solo la durata della rendita connessa alla vita del legatario). Quindi, nel caso specifico, in questo legato di rendita vitalizia di 500 euro mensili si poteva prevedere che la somma si rivalutasse annualmente in base all'indice ISTAT.
  35. 1 like
    Vabbè la Spagna se la passa peggio di noi...è risaputo!
  36. 1 like
    ... secondo me pure ai neonotai conviene che il limite rimanga, visto che una volta passata la barricata del concorso l'obiettivo è lavorare con meno concorrenza possibile ... quindi nutro seri dubbi che un braccio teso possa arrivarci dai neonotai!
  37. 1 like
    Bah certo l estero potrebbe essere una soluzione anche per chi ha studiato notariato, si è specializzato magari in un settore, ha lavorato anche in studi legali o notarili di un certo tipo....stare 8 anni a casa solo a studiare in attesa di....oggi è un "suicidio"
  38. 1 like
    Grazie mille Anton3 e grazie mille Pinturicchio81, do subito un'occhiata alla sentenza che mi avete segnalato
  39. 1 like
    Conoscevo questa giurisprudenza!! La prelazione scatta solo se c'è identità, quindi non in questo caso!
  40. 1 like
    Insomma, come era immaginabile, non è stato detto un c...o !
  41. 1 like
    Occorre, dovrebbero... Sono anni che sento gli "occorre" e i "dovrebbero"... Contiamo come un due di picche in una briscola a bastoni. Se non è andata bene questo giro - quod Deus avertat - aspetteremo un bel po' prima di vedere un altro bando. Le dichiarazioni della nuova Presidenza del CCN sono chiare ("con gli ultimi due concorsi la pianta organica verrà completata"). Tanti auguri.
  42. 1 like
    Tema interessante, scarsamente considerato dagli interpreti. A mio avviso, non si vede ragione per comprimere la facoltà dell’assemblea di apporre termini e condizioni alla delibera, con la conseguenza che l’aumento stesso andrà a beneficio dei soci esistenti al momento della sua efficacia (c'è un cenno in Trimarchi, L’aumento del capitale sociale, Milano, 2007, p. 192), purchè siano termini o condizioni che rispondono ad un meritevole interesse sociale. Occhio però perchè non deve trattarsi di un modo per rendere più gravoso l'esercizio dei diritti sociali: ad esempio, appaiono difficilmente legittime delibere di aumento gratuito (i) condizionate alla preventiva esecuzione di un aumento in opzione, in quanto con ciò si aggrava il legittimo diritto del socio di non esercitare l’opzione ovvero (ii) con termine iniziale dalla scadenza del termine per l’esercizio del diritto di recesso (magari derivante da altra contestuale delibera assunta), in quanto con ciò si aggrava l’esercizio del diritto di recesso. Tenete conto che c'è ampia dottrina sull’illegittimità di un aumento a pagamento in opzione seguito da un aumento gratuito da eseguirsi ad esito del primo (ovvero di un aumento “misto” con le stesse caratteristiche), anche se per le Srl De Marchi, Santus, Stucchi nel Commentario Marchetti hanno sostenuto perfino la legittimità di un aumento a pagamento in opzione seguito da uno gratuito “se gli effetti della parte gratuita si produrranno a favore di tutti coloro che saranno soci, e nella misura in cui lo saranno, alla scadenza del termine stabilito per l’esecuzione della parte a pagamento”.
  43. 1 like
    Condivido Groovy!!!! Comunque il gratuito è l'unica operazione self executive che non ha massime sull'apponibilità del termine iniziale/condizione! Credo sia più coerente parlare di condizione in quanto altrimenti oggi ho riserve, poi me le mangio e all'esito avrò un capitale fittizio!
  44. 1 like
    Si hai ragione!!! Però dai almeno sono partiti col piede giusto, mi sembra ;-)
  45. 1 like
    Per tirare percentuali, aspettiamo almeno 2/3 mesi! Certo...ottimo inizio!
  46. 1 like
    Uno su 3,214 per l'esattezza!! Almeno hanno iniziato ufficialmente! Olè!
  47. 1 like
    ciao , io conosco questo: http://www.laleggepertutti.it/wp-content/uploads/2016/06/ET160620.pdf
  48. 1 like
    sono d'accordo con te e mi pare anche il cnn si sia espresso nel senso di una non obbligatorietà di perizia in tali ipotesi, ma che poi, se fai conferimento con compensazione, e il credito lo perizi...secondo me stai facendo un conferimento in natura, io accetto la ricostruzione della ''opportunità'' della perizia solo se argomentata come da te, indi a valenza ''endosocietaria'' e al più fonte di responsabilità per l'amministratore . Di certo nn potete dirmi che la perizia è necessaria a pena di bocciatura a meno che da un lato mi troviate una norma che la dispone a pena di nullità non valendo analogie con altre norme tipo acquisto pericoloso e soprattutto mi riuscite a delineare un confine certo tra il conferimento di credito in compensazione con perizia che ne garantisca il valore e il conferimento in natura ove ipso facto è esclusa l' opzione.... se il
  49. 1 like
    deve cedere la quota deve essere liquidata la quota nulla di nuovo sotto il sole .... raggiunti i 35 anni o le 3 consegne sei ko
  50. 1 like
    Si, però il rilascio della procura deve essere autorizzato dal Giudice Tutelare. Ciao